rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca Oregina / Via Gaeta

Cocaina tra caffè e zucchero, il laboratorio era in cucina

Arrestato uno spacciatore a Oregina, la polizia interviene per soccorrere una donna ma trova una raffineria casalinga di droga

La polizia è intevenuta per un soccorso persona e ha trovato un laboratorio dello spaccio. Gli agenti sono intervenuti in risposta a una telefonata al 112 che segnalava una donna in ricerca di aiuto dalla finestra del suo appartamento. 

Giunta sul posto la polizia non ha trovato nessuno in casa e, temendo che la donna potesse trovarsi in difficoltà, ha chiesto l'intervento dei vigili del fuoco con la scala a gancio. 

Una volta entrate le forze dell'ordine si sono visti davanti 170 grammi di cocaina, 120 grammi di sostanze da taglio, un bilancino di precisione e diversi involucri per il confezionamento.

I poliziotti hanno allora atteso il rientro del padrone di casa che aveva accompagnato la fidanzata da delle amiche dopo un brutto litigio. Il 22enne ha ammesso che la droga, una volta lavorata e confezionata, sarebbe stata destinata al mercato del centro storico genovese. 

Il ragazzo di origini malesi è stato arrestato e portato nel carcere di Marassi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina tra caffè e zucchero, il laboratorio era in cucina

GenovaToday è in caricamento