menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serra Riccò, ritrovati addobbi ed ex voto rubati alla statua della Madonna dell'Assunta

I carabinieri hanno denunciato un uomo di 45 anni che in casa aveva preziosi e oggetti religiosi sottratti dalla parrocchia: il valore è di circa 50mila euro

Regalo di Natale per i fedeli di Serra Riccò e per la parrocchia del paese. I carabinieri della stazione di Serra Riccò della Compagnia di Sampierdarena hanno infatti ritrovato i gioielli rubati alla statua della Madonna dell’Assunta, e denunciato un uomo di 45 anni proprio di Serra Riccò, già alle forze dell'ordine, per furto in abitazione, riciclaggio e ricettazione. 

L’indagine è partita la sera del 19 dicembre scorso, quando don Andrea, parroco di Serra Riccò, si è accorto che dalla chiesa erano stati rubati i preziosi addobbi della statua della Madonna dell'Assunta, che viene portata in processione il 15 agosto in occasione della festa della “Mercede”. Si tratta di oggetti preziosi donati nel corso dei decenni dai fedeli e devoti alla Madonna, in alcuni casi pregiati anche da punto di vista artistico e artigianale e dall’alto valore economico. 

I ladri si erano anche impossessati di un cuscino votivo nel quale erano cuciti molti ex voto, e di gran parte del corredo necessario per le funzioni religiose tra cui incensari, ostensori, turiboli e altri oggetti sacri. Valore totale del bottino, oltre 50mila euro.

I carabinieri hanno avviato subito le indagini, e già il mattino seguente al furto hanno individuato un “compro oro” del ponente genovese in cui erano stati venduti alcuni oggetti sacri. Nel corso dei giorni successivi i militari sono riusciti a risalire al venditore, un 45enne di Serra Riccò, che nel suo appartamento conservava ancora il cuscino votivo - da cui erano stati scuciti tutti gli oggetti preziosi - e altri oggetti rubati dalla parrocchia.

Tutti gli oggetti trovati durante la perquisizione sono stati restituiti alla parrocchia. Mancano ancora alcuni preziosi, ma i carabinieri continuano a indagare nel tentativo di risalire a eventuali ricettatori cui possono essere stati ceduti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento