menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba panettoni sul lavoro e la figlia li rivende su internet

Una commessa di un panificio pasticceria, di 59 anni, ha trovato il modo per arrotondare lo stipendio sottraendo al suo datore di lavoro dolciumi e panettoni per poi farli rivendere alla figlia su internet

Una commessa di un panificio pasticceria, di 59 anni, ha trovato il modo per arrotondare lo stipendio sottraendo al suo datore di lavoro dolciumi e panettoni per poi farli rivendere alla figlia su internet.

Il proprietario del negozio, durante l’anno solare, si era effettivamente accorto di vari ammanchi per un valore complessivo di circa 10.000 euro senza però riuscire a scoprire il responsabile del furto.

Casualmente, un altro dipendente, navigando in rete ha scoperto che la figlia della sua collega, una genovese di 30, rivendeva i dolciumi in cambio di iPhone o smatphone riferendo la cosa al proprietario della pasticceria.

Dopo alcuni brevi contatti su facebook, il pasticcere è riuscito a prendere un appuntamento con la venditrice che ha confermato di aver in vendita vari generi alimentari provenienti da un panificio nel quale la madre lavora come commessa e di essere disposta a barattarli con un iPhone.

Il finto compratore, dopo aver avvisato la polizia, si è accordato con la ragazza per incontrarsi in corso Scassi a Sampierdarena e barattare i dolciumi con il telefonino. Gli agenti, appostati nelle vicinanze, hanno visto arrivare la ragazza, in compagnia del fidanzato, un genovese di 45 anni, a bordo di una macchina carica di dolciumi.

Al momento dello scambio gli operatori sono intervenuti identificando la coppia che è stata poi denunciata per ricettazione. La commessa infedele è stata denunciata per furto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento