Finge di pregare e ruba le offerte dal santuario della Guardia con un apribottiglie

È stato notato da un volontario in servizio presso il santuario della Nostra Signora della Guardia nel comune di Ceranesi mentre, fingendosi in preghiera, tentava di rubare alcune banconote dagli offertori

È stato notato da un volontario in servizio presso il santuario della Nostra Signora della Guardia nel comune di Ceranesi mentre, fingendosi in preghiera, tentava di rubare alcune banconote dagli offertori posti in prossimità delle panche, ripetendo la stessa operazione più volte.

Gli agenti dell'ufficio prevenzione generale intervenuti dopo poco hanno fermato il fervido 'fedele' nel cortile antistante il santuario, trovandolo in possesso di un apribottiglie celato all’interno di un marsupio che, a suo dire, sarebbe servito per introdurre più agevolmente le offerte nei raccoglitori.

Dopo gli accertamenti, a carico dell’uomo sono emersi numerosi precedenti di polizia tra i quali anche uno a Pordenone per un furto di denaro all’interno di una chiesa. Il malvivente è stato denunciato per tentato furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

  • Scalinata Borghese restituita alla città: ecco com'è diventata

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

  • Schianto in via Siffredi, il giallo sulla morte di Burim

  • Addio a Giovanni Filocamo, è morto il "matematico curioso"

Torna su
GenovaToday è in caricamento