Finge di pregare e ruba le offerte dal santuario della Guardia con un apribottiglie

È stato notato da un volontario in servizio presso il santuario della Nostra Signora della Guardia nel comune di Ceranesi mentre, fingendosi in preghiera, tentava di rubare alcune banconote dagli offertori

È stato notato da un volontario in servizio presso il santuario della Nostra Signora della Guardia nel comune di Ceranesi mentre, fingendosi in preghiera, tentava di rubare alcune banconote dagli offertori posti in prossimità delle panche, ripetendo la stessa operazione più volte.

Gli agenti dell'ufficio prevenzione generale intervenuti dopo poco hanno fermato il fervido 'fedele' nel cortile antistante il santuario, trovandolo in possesso di un apribottiglie celato all’interno di un marsupio che, a suo dire, sarebbe servito per introdurre più agevolmente le offerte nei raccoglitori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo gli accertamenti, a carico dell’uomo sono emersi numerosi precedenti di polizia tra i quali anche uno a Pordenone per un furto di denaro all’interno di una chiesa. Il malvivente è stato denunciato per tentato furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contromano in corso Europa, al volante non c'è nessuno

  • Aster assume, indetti tre nuovi bandi: come partecipare

  • Si tuffa a Punta Chiappa e batte la testa sugli scogli

  • Tragedia sul monte Bianco, morti due alpinisti genovesi

  • Bar in bancarotta: imprenditore si finge dipendente e prende la disoccupazione

  • Ogni mattina fanno colazione insieme, finché un giorno lei lo deruba

Torna su
GenovaToday è in caricamento