menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto a casa dell'artista Fieschi: quattro ladri in manette

Complessa operazione dei carabinieri che sono risaliti ai quattro ladri autori del furto ai danni dell’abitazione di Giannetto Fieschi, l’artista genovese morto nel 2010

Sono stati arrestati i quattro autori del furto ai danni dell’abitazione di Giannetto Fieschi, l’artista genovese morto nel 2010. Si tratta di quattro persone tutte con precedenti di polizia.

Nella mattinata del 30 luglio i ladri erano entrati nell’appartamento di vico San Marcellino 3, nel centro storico di Genova, impossessandosi di materiale vario dell’artista, tra cui una valigetta/raccoglitore contenente disegni e stampe a firma “Fieschi” ed una macchina fotografica marca Linhof Technika III.

Gli oggetti, già in sede di denuncia da parte del figlio dell’artista, Ibleto Fieschi, formalizzata nella stessa mattinata del furto, gli venivano restituiti quel giorno. Infatti i militari di Maddalena, già allertati del furto da alcuni abitanti della zona, avevano individuato il ricettatore della merce rubata. Si tratta di un 60enne di Genova, titolare di un negozio di fotografia del centro storico, dove, oltre al materiale descritto, erano presenti: un timer elettrico da camera oscura, un proiettore per diapositive marca Brumberger, una stufa antica in ghisa, varie fotografie raffiguranti diversi soggetti complete di cornice, di cui il titolare non riusciva a fornire chiari elementi circa il legittimo possesso, ma, ritenuti provento dallo stesso furto, erano stati tutti posti sotto sequestro da parte dei Carabinieri ed il titolare dell’esercizio commerciale denunciato in stato di libertà per ricettazione.

Le indagini, sempre dei Carabinieri di Genova Maddalena, hanno quindi permesso di identificare gli autori del furto, anche grazie alle indicazioni fornite dagli abitanti del quartiere, che già dalle prime fasi avevano collaborato con gli operanti. L’acquisizione di filmati di varie telecamere poste nella zona consentiva poi di verificare gli spostamenti dei 4, tra cui il uno di loro che a sua volta denunciava agli stessi Carabinieri un furto presso la propria abitazione, sita in via del Campo.

In realtà le indagini hanno consentito di appurare che i 4 ladri avevano utilizzato una finestra del suo appartamento per introdursi nell’abitazione di Fieschi, agevolati dal fatto che i due infissi si trovano ad una distanza di circa 1,5 metri l’una dall’altra, facilmente superabile grazie all’utilizzo di una tavola da ponteggio. Il proprietario di casa è stato denunciato, pertanto, anche per simulazione di reato.

Quanto emerso dalle indagini è stato sottoposto al P.M. Dottor Francesco Pinto, il quale, concordando pienamente con i riscontri dei Carabinieri, ha richiesto l’emissione di una misura di custodia cautelare in carcere, adottata con ordinanza dal G.I.P. Dottoressa Nicoletta BOLELLI ed eseguita dai Carabinieri della Stazione Maddalena negli scorsi giorni, arrestando i quattro soggetti in Genova e Casarza Ligure, associati alla Casa Circondariale di Marassi. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Coprifuoco, da metà maggio atteso un allentamento

  • Cronaca

    Begato, nuova sede per i servizi di quartiere

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento