menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto da cinquantamila euro in una discoteca di corso Italia

Un genovese, ex socio della discoteca, la sua convivente e un loro complice sono stati arrestati per aver rubato il denaro, contenuto nella cassaforte, nascosta in una cabina dello stabilimento balneare

Questa mattina a Genova, Altopascio (LU) e Bologna, la polizia ha dato esecuzione alle ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal gip del tribunale di Genova per il reato di furto pluriaggravato in concorso, nei confronti di tre persone.

Si tratta di Andrea Lissa, genovese di 46 anni, domiciliato a Genova, con precedenti di polizia per guida in stato di ebbrezza; Cornelia Chirvasa, romena di 39 anni, domiciliata a Genova, incensurata e Marcel Robert Serea, romeno di 27 anni, domiciliato a Bologna, con precedenti per furto.

A carico dei tre, al termine di un'articolata attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Genova e condotta dal personale della sezione reati contro il patrimonio della Squadra Mobile, sono stati raccolti gravi indizi di responsabilità in relazione al furto della cassaforte della discoteca Sys, ex Sporting, in lungomare Lombardo, traversa di corso Italia, commesso nella notte tra il 16 ed il 17 agosto 2015.

La cassaforte, contenente la somma di circa 50mila euro in contanti, era nascosta in una delle cabine dello stabilimento balneare.

IL VIDEO DEL COLPO

Dalle indagini è emerso che il 46enne, ex socio dell'esercizio, aveva organizzato il furto insieme alla sua convivente 39enne la quale, oltre ad avervi partecipato materialmente, si era avvalsa della collaborazione dei propri connazionali, fatti appositamente giungere a Genova.

I tre sono stati arrestati dagli investigatori della Squadra Mobile di Genova, coadiuvati dalla Squadra Mobile di Lucca e di Bologna. Al termine degli atti di rito, Andrea Lissa e Cornelia Chirvasa sono stati associati rispettivamente presso i carceri di Genova e di Lucca, mentre Marcel Robert Serea è stato condotto presso la casa circondariale di Bologna, tutti a disposizione dell'autorità giudiziaria competente.

Proseguono le ricerche di altri due complici, entrambi romeni, non ancora rintracciati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento