rotate-mobile
Cronaca

Pacchi postali rubati, si moltiplicano i casi

Le vittime, che si sono rivolte ai carabinieri, sono appassionati di carte Magic. Secondo quanto denunciato su un gruppo di compravendita e valutazioni, non si tratterebbe di casi isolati

L'emozionante attesa prima di ricevere quanto acquistato online e poi l'amara delusione e il sospetto di avere preso un 'pacco'. È quanto è capitato ad alcuni collezionisti genovesi, che, dopo aver acquistato alcune carte di Magic da altri appassionati, si sono visti recapitare un pacco vuoto.

Ma il problema qui non deriva da venditori truffaldini, bensì, a quanto pare, da corrieri infedeli. Della questione si stanno occupando i carabinieri presso i quali è stata sporta almeno una denuncia. Tutto ha avuto inizio da un post apparso su un gruppo di appassionati di Magic, che ha suscitato diverse reazioni da parte di persone che lamentano di essere state vittime di analoghi episodi.

"Ho inviato un pacco in postedelivery standard assicurato per 585 euro a un ragazzo di Genova - si legge nel post, datato 13 ottobre -. Dopo due giorni di mancata consegna per destinatario assente (in realtà il destinatario era a casa) il pacco è stato ritirato questa mattina".

"All'apertura, con tanto di video, il pacco è privo del contenuto di valore - si legge ancora nel post -. Il pacco viene poi pesato e risulta di 844 grammi. Sul tagliandino della Posta risulta invece di 879 grammi. Tutto torna. Manca la busta interna che conteneva la carta (35 grammi)".

"Sul pacco è poi presente un netto taglio di apertura, poi ovviamente accuratamente risigillato con nastro adesivo. Abbiamo ragione di credere che il corriere abbia rubato il contenuto - conclude l'autore del post -. Molto probabilmente adesso cercherà di piazzarlo. La carta è facilmente riconoscibile: Catene di Mefistofele ita, nm con un classico pallino blu da errore di stampa in basso".

Il 15 ottobre, dopo alcuni giorni di peripezie per destreggiarsi con la burocrazia e capire chi doveva procedere, l'acquirente si è presentato dai carabinieri a Genova e ha sporto denuncia. Passano altri giorni e più di preciso il 18 ottobre, sullo stesso gruppo di appassionati, appare un altro post del genere.

"Ho notato ultimamente che nell'area ligure - si legge in questo secondo post -, specialmente tra Lavagna e Genova, molti di noi hanno avuto esperienza di carte sottratte dalla busta, a me è appena successo con una tundra venduta dal negozio lafeniceonline, che ha fatto denuncia ai carabinieri, molto gentilmente".

"Invito tutti coloro che hanno subito tale situazione a collaborare per capire insieme, magari in un gruppo Telegram o vari come agire, se fare una denuncia, a chi, come e farci sentire da Sda e Poste", conclude il post. Insomma la macchina investigativa si è messa in moto. La speranza è che i responsabili di questi furti paghino per le loro azioni e chissà che magari, dopo la denuncia sporta e questo articolo, questa spiacevole abitudine si affievolisca e magari si estingua del tutto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pacchi postali rubati, si moltiplicano i casi

GenovaToday è in caricamento