menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladri maldestri arrestati all'alba, la polizia li trova con whatsapp

I due sono stati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza mentre mettevano a segno un furto in un negozio di distributori automatici di bevande e alimenti. Gli agenti hanno condiviso fra loro le foto e li hanno trovati

Questa mattina alle prime luci dell'alba, i poliziotti dell'ufficio prevenzione generale hanno indagato in stato di fermo due uomini, un marocchino di 26 anni e un tunisino di 35 anni, entrambi pluripregiudicati e irregolari, per il reato di furto aggravato in concorso tra loro.

I due, circa un'ora prima di essere fermati, sono stati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza installate in un negozio di distributori automatici di bevande e alimenti di via Balbi, mentre asportavano il denaro contenuto in una macchinetta, circa 300 euro, che precedentemente avevano forzato con un cacciavite.

Gli agenti, dopo la richiesta d'intervento del proprietario dell'esercizio, hanno immediatamente acquisito le immagini registrate dalle telecamere, grazie alle quali è stato possibile diramare a tutte le volanti, anche grazie a whatsapp, una nota di rintraccio corredata da un'accurata descrizione dei due ladri.

Al momento del fermo, avvenuto solo un'ora più tardi, il marocchino è stato trovato in possesso di un cacciavite e con una vistosa ferita alla mano, fatti che hanno dato supporto ulteriore all'ipotesi che si potesse trattare di uno dei due autori del furto, poiché sulla macchinetta forzata i poliziotti hanno rinvenuto tracce ematiche, già al vaglio della Polizia Scientifica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento