menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Non so far altro nella vita», arrestato 83enne topo d'auto

Giovanni Carbone, 83 anni, è stato arrestato in via Fieschi mentre stava scassinando un'auto. I carabinieri lo hanno riconosciuto e posto in arresto. Processato per direttissima, l'anziano dovrà scontare la pena agli arresti domiciliari

Genova - Mancano ancora diversi anni alla data della pensione, che egli stesso si è posto. In questo tempo, se continua così, rischia di finire ancora diverse volte davanti al giudice. Giovanni Carbone, 83 anni, è stato arrestato in via Fieschi mentre stava scassinando un'auto. «Non  so far altro nella vita», si è giustificato l'anziano ai carabinieri che lo hanno colto sul fatto.

Sabato 9 marzo 2013, i militari dell'arma hanno immediatamente riconosciuto l'uomo mentre, indisturbato, armeggiava con uno spadino fatto in casa nei pressi di un'auto parcheggiata, davanti agli occhi increduli dei passanti.

Già processato per direttisima, questa volta Giovanni Carbone è finito ai domiciliari. Nel settembre 2012, poco prima di comparire davanti al giudice per un altro furto a bordo di un'auto, l'attempato topo d'auto aveva affermato sicuro «tanto in galera non possono mettermi, alla mia età».

Ora l'anziano dovrà scontare la pena agli arresti domiciliari, senza poter uscire. Ma pare difficile pensare che Carbone abbia deciso una volta per tutte di appendere lo spadino al chiodo. Poco prima di un'altra udienza presso il tribunale di Chiavari nel 2011 aveva dichiarato: «Sono vecchio, oramai, a novant'anni smetto».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Crollo cimitero Camogli, il cronoprogramma dei lavori

  • Coronavirus

    Covid, in Liguria 248 nuovi positivi, 11 nuovi ospedalizzati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento