menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti in abitazione in tutto il Nord Italia, arrestati affiliati mafia russa

Quarantaquattro persone di nazionalità georgiana, croata, peruviana, bulgara e quattro italiani sono state arrestate dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Novara, nell'ambito dell'operazione Kura

Quarantaquattro persone di nazionalità georgiana, croata, peruviana, bulgara e quattro italiani sono state arrestate dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Novara, nell'ambito dell'operazione Kura.

Gli stessi, facenti parte di agguerrite bande specializzate in reati predatori ai danni di abitazioni e ville, operavano in prevalenza nelle regioni Piemonte, Lombardia e Veneto, non disdegnando di colpire, in svariati casi, in altre regioni del Nord e centro Italia, Liguria compresa.

Le indagini, iniziate nel luglio del 2013, sono il naturale prosieguo delle attività avviate ormai dal lontano 2008, nel serrato contrasto ai reati predatori assurti nell’ultimo periodo a vera emergenza nazionale, favorita altresì dal perdurare del grave stato di crisi economica.

Le varie attività investigative, costituite in prevalenza da pedinamenti e operazioni tecniche, si sono protratte per oltre dieci mesi, permettendo di individuare, da un lato, gli esponenti apicali dell’organizzazione criminale georgiana e, dall’altro, la filiera della ricettazione dei preziosi rubati, i cui ultimi destinatari si identificavano in due fratelli italiani.

Su questi ultimi, arrestati su Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal gip del Tribunale di Milano, si erano concentrate le attenzioni degli investigatori negli ultimi mesi.

Seguendo il percorso della ricettazione della merce rubata dalle squadre georgiane, i militari sono giunti a localizzare il punto di snodo e raccordo dei preziosi rubati in buona parte del nord Italia, facendo poi contemporanea irruzione nei due negozi compro oro, organicamente inseriti nella filiera della ricettazione, sequestrando un vero e proprio tesoro, ammontante a oltre 45 chili di monili in oro, costituito in prevalenza da bracciali, collane, anelli, collier di altissima fattura corredati da pietre preziose, nonchè da oltre 37 mila euro in contanti.

Le perquisizioni venivano, inoltre, estese anche alle cassette di sicurezza dove era occultata la merce più interessante. Questi preziosi stavano, infatti, per essere portati in Svizzera.

Tra i soggetti georgiani arrestati, spiccano, per la loro dimensione criminale europea, le figure di due ladri in legge (conosciuti nel linguaggio europeo come Thieves in law), il primo, arrestato a fine gennaio a Verona, e il secondo, arrestato a marzo a Cernusco Sul Naviglio (MI).

Gli stessi, a seguito degli accertamenti investigativi, venivano individuati quali esponenti chiave dell’organizzazione criminale della mafia russa attiva in Europa.

In totale, le varie attività di contrasto del Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Novara, nell’ambito dell’operazione Kura, permettevano di deferire alla competente Autorità Giudiziaria in stato di libertà 36 persone e arrestare in totale 44 soggetti, sequestrare 45 chili di oro, oltre 2 quintali di suppellettili vari in argento, 93 mila euro e valuta straniera in contanti, crogioli per fondere i metalli nonchè cinque serrature da allenamento, tramite le quali i soggetti georgiani mantenevano costantemente la manualità necessaria a operare su qualsiasi porta, blindata e non.

Tutti gli arrestati sono stati fermati per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti in abitazione e ricettazione aggravata - possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli e documenti falsi idonei all’espatrio.

I Carabinieri di Novara invitano tutte le persone che hanno subito furti dall’inizio del 2014 a contattare il numero 0321 3791 per visionare la merce recuperata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Vaccino coronavirus, Toti: «Ritengo che da giugno si andrà senza più fasce di età»

  • Coronavirus

    Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

  • Coronavirus

    Scuole, la didattica in presenza sale all'80 per cento

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento