Cronaca

Casella si ferma per l'addio al piccolo Giuseppe: «Un dolore senza misura»

Chiesa stracolma per il funerale del bambino, morto a 6 anni. Si era gettato dalla finestra insieme ai genitori per sfuggire all'incendio nel suo appartamento

Nel primo pomeriggio Casella si è fermata per l'ultimo saluto al piccolo Giuseppe Fraietta, morto all'età di 6 anni in seguito al tragico incendio in cui è bruciata la palazzina in cui abitava insieme alla sua famiglia.

Bandiere a mezz'asta e lutto cittadino per il funerale, con la chiesa di Santo Stefano stracolma, nonostante la pioggia. Tanti i cittadini che hanno voluto portare il loro cordoglio e il sostegno ai parenti della famiglia Fraietta. Il Comune ha predisposto un conto bancario per raccogliere le offerte da destinare ai genitori, Alessio e Vincenza (Iban: IT80N0 61753 193000 0000 819880), feriti gravi, rimasti anche senza casa dopo l'incendio.

Grande il senso di vuoto per la perdita del bimbo: «Solo pochi giorni fa abbiamo celebrato la Pasqua - ha ricordato il parroco, di fronte alla piccola bara bianca, portata in chiesa dai parenti tra cui lo zio, il fratello di Vincenza - poi l'altra notte ci ha riportato alla mente l'atroce passione di Cristo. È uno stordimento che prende il cuore di tutti, soprattutto di chi è più vicino con il cuore al piccolo Giuseppe. Non abbiamo parole di consolazione, non abbiamo spiegazioni che possano costituire una facile risposta a domande enormi. Abbiamo però la testimonianza dell'esperienza di Gesù sulla croce, che ha trasformato la morte in un'offerta d'amore. Gesù, pur nella sofferenza, era forte perché si sentiva amato da Dio, da suo Padre, un amore che diventa per noi il rifugio in cui stare di fronte a questo dolore senza misura. Nessuno ci può strappare dalle mani di Dio e del suo amore, nemmeno la morte».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casella si ferma per l'addio al piccolo Giuseppe: «Un dolore senza misura»

GenovaToday è in caricamento