menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«You are the Dancing Queen», l'ultimo commosso saluto a Chiara

Oltre agli Abba, Chiara La Chiesa amava il suo lavoro di psicologa, che svolgeva con grande impegno. Questa mattina una folla commossa si è riunita a Boccadasse per darle l'addio

«You are the Dancing Queen, young and sweet». Le note degli Abba hanno accompagnato l'uscita di Chiara dalla chiesa di Sant'Antonio di Boccadasse, gremita di parenti e amici. Chi è riuscito fino a quel momento a trattenere le lacrime, non ha più retto.

Giovane, bella e molto amata. Questo era Chiara. Lo si intuisce dagli occhi dei partecipanti al funerale, celebrato questa mattina, sei giorni dopo la sua tragica morte. Chiara La Chiesa, 33 anni, era giunta sabato scorso all'ospedale San Martino in elicottero, dopo essere rimasta vittima di un incidente durante la discesa del rio Lerca, fra Arenzano e Cogoleto.

Oltre agli Abba, Chiara amava il suo lavoro di psicologa, che svolgeva con grande impegno. Durante la cerimonia funebre è stata anche recitata una poesia a cui era molto legata, Restano tre cose di Fernando Pessoa. 

Di tutto restano tre cose:
la certezza
che stiamo sempre iniziando,
la certezza
che abbiamo bisogno di continuare,
la certezza
che saremo interrotti prima di finire.
Pertanto, dobbiamo fare:
dell'interruzione,
un nuovo cammino,
della caduta,
un passo di danza,
della paura,
una scala,
del sogno,
un ponte,
del bisogno,
un incontro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento