menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Paura a Mele, palazzo evacuato per una fuga di gas

È successo il 22 dicembre scorso, un poliziotto del comissariato di Sestri in libero servizio si è accorto del pericolo nel suo stabile e ha avviato le procedure di sicurezza, nessun ferito

Tragedia sfiorata prima di Natale a Mele per una fuga di gas in un condominio. Un poliziotto del commissariato di Sestri, libero dal servizio e residente nel palazzo, il 20 dicembre scorso, intorno alle 15.15, è intervenuto su segnalazione della moglie che tornando a casa dal lavoro aveva sentito un forte odore provenire dal vano scale. L'agente, che era a casa con il figlio di dieci anni, ha riscontrato che il gas aveva ormai invaso tutto il palazzo e si è prontamente attivato per mettere in sicurezza gli inquilini facendoli uscire dallo stabile.

Per prima cosa ha aperto porte e finestre del condominio, chiuse perché in quei giorni le temperature si erano notevolmente abbassate sfiorando, nel paese sulle alture di Voltri, i zero gradi.  Subito dopo è partita la chiamata ai vigili del fuoco per capire da dove provenisse la fuga di gas; mentre aspettava i soccorsi, il poliziotto ha bussato a tutti i vicini per farli uscire dalle loro abitazioni e metterli in sicurezza, al numero 4 e al 6 però non rispondeva nessuno allora l'uomo ha staccato tutti i contatori elettrici dal vano scale.

Una volta arrivati sul posto, i vigili del fuoco hanno aperto due appartamenti disabitati (gli interni 1 e 3) riscontrando una situazione molto critica: il rilevatore dei fumi segnava infatti il massimo livello di pericolo, su una scala che va da 1 a 4. Con quelle condizioni si sarebbe potuta verificare la tragedia del crollo della palazzina di Roma che ha portato alla morte di una mamma e della sua figlioletta. Per evitare la strage è stato allora chiamato il pronto intervento dell'Iren; gli addetti della Ireti hanno per prima cosa sostituito i manicotti e le valvole della tubazione principale del gas che risultavano avere una grossa perdita a causa dei tubi vecchi e ancora in piombo. 

Il poliziotto del commissariato di Sestri ha richiesto alla ditta di guardare anche il contatore esterno del palazzo perché nutriva ancora dei sospetti sull'origine della fuga di gas. Dal controllo è emersa una seconda e consistente fuga di gas causata questa volta dalla spaccatura dello stesso contatore forse dovuta alle temperature rigide di quel martedì.

Dopo quattro ore di lavoro, alle 19, terminava il lavoro del poliziotto, dei vigili e degli adetti Ireti; lo stabile è stato messo in sicurezza, l'erogazione del gas e della corrente elettrica ripristinate e gli inquilini rientrati in casa.  Data la pericolosità, è stata inviata una segnalazione a Iren con la richiesta di un ulteriore intervento per la sostituzione delle tubature ancora in piombo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento