menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In casa una serra per la marijuana, fratelli pusher in manette

I due, residenti a San Fruttuoso, avevano allestito una vera e propria coltivazione "domestica". A far insospettire i poliziotti, il fatto che uno dei due abbia cercato di fuggire alla loro vista

Credevano di avere individuato un borseggiatore, ma alla fine si sono ritrovati con due fratelli “specializzati” in spaccio di droga, che in casa avevano allestito una vera e propria serra adibita a coltivazione di marijuana: è successo ai poliziotti delle Volanti della questura, che nel pomeriggio di ieri hanno arrestato due giovani di 26 e 29 anni.

A finire nel mirino degli agenti è stato il più vecchio dei due, un 29enne di origini argentine notato su un autobus affollato che da piazza Corvetto si dirigeva in piazza Verdi. Alla vista dei poliziotti, impegnati in un servizio antiborseggio nel centro città, il giovane è sceso precipitosamente dal bus tentando di allontanarsi, insospettendo i due agenti, che lo hanno seguito e poi fermato. 

La perquisizione personale ha portato alla luce 5 ovuli e un panetto di hashish, per un totale di circa un etto di droga, e 235 euro in contanti, ma la vera sorpresa è stata la piccola serra allestita nell’appartamento di via d'Albertis, a San Fruttuoso, che l’uomo condivide con il fratello minore: i poliziotti hanno trovato 4 piante di marijuana, oltre 200 grammi di sostanza già suddivisa in dosi e tutto il materiale per il confezionamento.

I due fratelli, già noti alle forze dell’ordine proprio per precedenti di spaccio, sono stati dunque arrestati e trasferiti nel carcere di Marassi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento