menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frana di Arenzano, 20 giorni prima di riaprire l'Aurelia

Previsti tempi lunghi per mettere in sicurezza il fronte crollato sabato sulla via Aurelia. Ecco come cambia la viabilità

Procedono i lavori degli operai di Anas, impegnati a sistemare il versante della montagna che è franato sabato mattina sulla via Aurelia di Arenzano, ma ci vorrà ancora parecchio tempo - si pensa addirittura dai 20 ai 25 giorni - prima di poter riaprire la strada (almeno a senso unico alternato).

La previsione è stata fatta oggi dall'assessore regionale alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone, al termine di un incontro con i tecnici di Anas, Regione e Comune. La frana è complicata e si pensa ancora attiva, per questo serviranno centinaia di migliaia di euro per ripristinare la situazione: un quadro molto complesso anche perchè il terreno franato appartiene a privati (due famiglie).

Giampedrone ha anche annunciato che chiederà ad Autostrade per l'Italia - così come ha fatto il sindaco di Arenzano - di prevedere sgravi ai cittadini che saranno costretti a percorrere la A10 per spostarsi. Infatti l'unico collegamento tra Arenzano e Voltri, per chi ha l'automobile, è l'autostrada. In alternativa, il treno oppure gli autobus Atp che seguiranno i consueti orari ma anziché passare per la via Aurelia prenderanno l'autostrada.

Nel frattempo l'estremo levante del paese è bloccato: le transenne sbarrano sia la strada sia il lungomare e la spiaggia, per motivi di sicurezza. Rimangono "imprigionati" anche un ristorante e uno stabilimento balneare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento