Cronaca Strada Statale 1 Via Aurelia

Frana di Arenzano, ulteriori ritardi nella riapertura totale dell'Aurelia

Mancherebbero all'appello, secondo la Procura, alcuni lavori a monte del costone franato

Ad Arenzano tutto pronto per la riapertura totale della via Aurelia. Anzi no: perchè a mancare all'appello, secondo la Procura, sono i lavori a monte del fronte franato, e non basterebbero le misure di sicurezza già attuate da Anas in questi mesi.

Torniamo indietro nel tempo: l'imponente frana nel marzo 2016 ha diviso la via Aurelia in due, bloccando i collegamenti per Genova e per il resto della regione. Dopo un lungo iter burocratico e giudiziario (i terreni sono in buona parte privati, ed è stata avviata anche un'indagine per individuare le cause della frana) i lavori effettuati da Anas, iniziati a luglio, hanno reso possibile a settembre lo sblocco di una corsia sola. Dunque attualmente l'Aurelia è aperta a senso unico alternato, con un semaforo dotato di speciali sensori in grado di diventare rosso in caso di smottamenti. Restano sotto sequestro l'altra corsia - quella più a monte - e la passeggiata a mare in quel tratto, attività commerciali comprese. Una lunga storia, in cui a rimetterci sono stati soprattutto pendolari e commercianti penalizzati dalla chiusura della statale. 

A dicembre si sperava che la magistratura avrebbe finalmente dissequestrato tutto, ma non è successo: se a valle è tutto pronto, sarebbero necessari ulteriori lavori a monte, necessari soprattutto per mettere in sicurezza il rio Giano. La fine dei lavori dunque rischia di slittare ancora, anche perché i terreni su cui occorre intervenire sono nuovamente, in larga parte, privati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frana di Arenzano, ulteriori ritardi nella riapertura totale dell'Aurelia

GenovaToday è in caricamento