menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forti di Genova: il Comune vuole farne un museo a cielo aperto

La prima interrogazione, presentata dalla consigliera Vittoria Musso (Lista Musso) durante la seduta di martedì 14 maggio 2013, riguarda la riqualificazione dei forti di Genova

Genova - La prima interrogazione, presentata dalla consigliera Vittoria Musso (Lista Musso) durante la seduta di martedì 14 maggio 2013, riguarda la riqualificazione dei forti di Genova.

Risponde l'assessore Valeria Garotta. «Siamo in attesa del tavolo tecnico con sovrintendenza e ministero, per avere il via libera al progetto di valorizzazione che ci permetterà di acquisire gli immobili. Il sistema di fortificazioni genovese presenta tratti tipici dell'ingegneria militare francese, la nostra ambizione è agganciare il nostro sistema al circuito delle fortificazioni di oltralpe, che sono patrimonio dell'Unesco. La governance del programma di valorizzazione integra valutazione costi - benefici e promozione».

«La fase del processo di valorizzazione dei forti inizia con l'acquisizione e il presidio delle strutture, la progettazione passa dalla scala nazionale a quella estera, quindi alla scala locale, per inserire la ristrutturazione nel contesto cittadino. Si arriva infine alla ricognizione dei singoli manufatti. L’obiettivo è realizzare un museo a cielo aperto, con punti panoramici, escursionistici, percorsi ciclabili e a cavallo. Alcuni forti, per esempio lo Sperone e Begato, si presterebbero a strutture ricettive, di accoglienza».

«Attività che generino un reddito ma senza precludere la fruizione per i cittadini. In questo senso stiamo valutando un finanziamento ministeriale per le dimore, ma ci saranno anche i finanziamenti europei che riguarderanno i parchi urbani».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento