menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carabinieri Forestali, il bilancio dell'attività nel 2018

Le persone controllate sono state 6.399 nel 2018, 5.062 nel 2016 e 5.260 nel 2017. Aumentano gli illeciti amministrativi contestati, che passano dai 911 del 2016 ai 1.108 del 2018 (775 nel 2017)

Oggi è stato presentato il calendario Cites (Convention on International Trade of Endangered Species of Wild Fauna and Flora) per l'anno 2019 avente quale tema 'La cooperazione internazionale contro il wildlife crime'. Durante la conferenza stampa sono stati inoltre presentati i dati relativi all'attività operativa dei carabinieri Forestali in Liguria. Dall'analisi triennale illustrata nel quadro generale ovvero dal 2016, anno al termine del quale vi è stato il passaggio del personale del Corpo Forestale dello Stato nell'Arma dei carabinieri e in altre amministrazioni, e sino al 2018, si evidenzia un aumento generalizzato dell'attività.

Dal quadro generale, per il 2018 risultano 16.053 controlli effettuati, contro i 18.004 del 2016 e i 12.463 del 2017. Le persone controllate sono state 6.399 nel 2018, 5.062 nel 2016 e 5.260 nel 2017. Aumentano gli illeciti amministrativi contestati, che passano dai 911 del 2016 ai 1.108 del 2018 (775 nel 2017). Gli importi contestati sono stati pari a 1.773.289 euro nel 2016, 578.905 euro nel 2017 e 968.423 euro nel 2018. Illeciti penali: 582 nel 2016, 612 nel 2017 e 483 nel 2018. Le persone denunciate sono state 544 nel 2018, erano 493 nel 2016 e 395 nel 2017. I sequestri ammontano a 146 nell'anno appena trascorso, erano 100 nel 2016 e 71 nel 2017. Una persona arrestata nel 2018, così come nel 2017, mentre nel 2016 non ci sono stati arresti.

Il documento evidenzia 5 categorie (Tutela del territorio, Tutela flora, Tutela fauna, Incendi, Discariche e rifiuti, Inquinamenti) che vengono analizzate quali principali campi di azione dei carabinieri Forestali sul territorio ligure. Gli elementi di attività raccolti rappresentano la fotografia dello stato dell'ambiente in Liguria.

Nell'ambito della tutela del territorio, relativa agli illeciti edilizi, urbanistici e paesaggistici commessi ai danni di aree vincolate, si evince un sostanziale mantenimento dell'attività annuale, anche se il numero di persone denunciate abbinato a un numero inferiore di illeciti penali evidenzia la presenza di concorsualità o forme di associativismo nella commissione di reati.

Sia nell'ambito degli incendi che per gli inquinamenti si evidenzia una leggera diminuzione dei controlli e dei fenomeni legati a essi. Deve comunque essere sottolineato che l'attività di polizia giudiziaria in materia di individuazione dei responsabili ha portato all'accertamento dell'identità dei colpevoli in diversi casi di incendi boschivi dolosi seriali nell'ambito delle province di Savona e Genova.

Particolare attenzione suscitano i dati relativi alla tutela della flora con i controlli sulle utilizzazioni boschive e i furti e i danneggiamenti di verde ornamentale, tutela fauna con l'azione antibracconaggio e i relativi illeciti venatori e sul maltrattamento animale e, soprattutto in discariche e rifiuti sull'azione di contrasto dei carabinieri Forestali sullo smaltimento illecito dei rifiuti, fenomeno generalizzato alle quattro province liguri ma con un'accentuazione nelle adiacenze dei centri abitati di medie e grandi dimensioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento