Cronaca Nervi / Passeggiata Anita Garibaldi

L'arte batte il vento: la Fondazione Garaventa trova una nuova casa

Le mostre e le esposizioni che avrebbero dovuto essere ospitate nel Castello, scoperchiato dalla tromba d'aria dello scorso 14 ottobre, andranno in scena alle Raccolte Frugone e al museo di Palazzo Reale

L'esterno del Castello di Nervi dopo il passaggio della tromba d'aria

Arte contro vento, 1 a 0: è questo il bilancio (almeno uno positivo) a tre settimane dalla tromba d’aria che ha devastato Nervi, i suoi parchi e la passeggiata, e che ha scoperchiato il Castello lasciando di fatto la Fondazione Garaventa, associazione culturale che sfruttava lo spazio per mostre ed esposizioni di artisti locali, nazionali e internazionali, senza una sede. 

Tursi ha infatti accolto l’appello che Erika Pardini, vice presidente della Fondazione, aveva lanciato anche dalle pagine di Genova Today, annunciando che a partire dal 5 novembre i musei civici della Superba e Palazzo Reale accoglieranno tutte le mostre rimaste “senzatetto”: proprio il 5 nelle sale delle Raccolte Frugone, a Nervi, si inaugura  “Dicono che siamo solo disegni” la mostra di Daniela Pareschi, illustratrice e scenografa nata a Ferrara, romana d’adozione ma “naturalizzata” genovese. L’esposizione, aperta fino al 20 novembre, rispecchia l’attività che i Musei di Nervi portano avanti da molti anni sul fronte dell’illustrazione, con mostre dedicate ai protagonisti di un fiabesco mondo “parallelo” affiancate da incontri e attività editoriali rivolte all’infanzia, proposte di laboratori per i piccoli e di workshop per giovani.

L’altra mostra in programma andrà invece in scena al Teatro Falcone del Museo di Palazzo Reale, e sarà una collettiva di Natale del titolo ““I’M: me, myself, here, now”, la cui inaugurazione è prevista per il 16 dicembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'arte batte il vento: la Fondazione Garaventa trova una nuova casa

GenovaToday è in caricamento