menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Stai con me, altrimenti pubblico tutto sul web», sesso e ricatti fra minorenni

È stata la madre ad accorgersi che qualcosa non andava. I sospetti si sono trasformati in una certezza quando la donna ha trovato sul cellulare della figlia un messaggio sospetto

È stata la madre ad accorgersi che qualcosa non andava. I sospetti si sono trasformati in una certezza quando la donna ha trovato sul cellulare della figlia un messaggio sospetto: «stai con me, altrimenti pubblico tutto sul web».

Ecco il motivo del comportamento anomalo della minorenne. La ragazza era stata presa di mira dai compagni di scuola, che le avevano attribuito la fame di una «facile». Uno in particolare, invidioso dei racconti degli amici e oggetto di scarsa considerazione, ha escogitato un piano per costringere la giovane a stare con lui.

Il quindicenne si è rivolto al migliore amico, fidanzato della ragazza, e gli ha chiesto di provare a convincerla a scattare foto o girare un video in abiti succinti. Il giovane, forse convinto che lei si rifiutasse, ha riferito la richiesta.

Così la ragazza ha preso il suo smartphone, si è filmata e ha inviato il video al fidanzatino. Quest'ultimo ha passato il materiale all'amico quindicenne, che non ha perso tempo e ha tentato di ricattare la giovane.

Il ragazzino è ora indagato dalla Procura dei minori per estorsione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento