rotate-mobile
Cronaca Foce / Via Alessandro Rimassa

Rapina in via Rimassa, 56enne resta a terra sanguinante

Gli agenti, dopo aver acquisito un'accurata descrizione dei malviventi, si sono subito messi alla ricerca perlustrando a piedi l'interno del Luna Park e la spiaggia della Foce, notando due individui che si stavano nascondendo tra le barche ormeggiate

Ieri sera intorno alle 21 le volanti della polizia hanno arrestato un 36enne marocchino, pluripregiudicato e irregolare in Italia, per il reato di rapina in concorso e lesioni.

Gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale sono intervenuti dopo la segnalazione di alcuni cittadini che avevano notato in via Rimassa alla Foce un uomo riverso a terra sanguinante.

Gli operatori, giunti immediatamente sul posto, hanno prestato i primi soccorsi al ferito, un genovese 56enne, che presentava diverse escoriazioni al volto, apprendendo dallo stesso che era stato malmenato e rapinato del borsello da tre individui appena fuggiti in direzione mare.

Pochi minuti dopo è arrivata anche l'ambulanza che ha trasportato l'uomo in codice giallo presso il pronto soccorso dell'ospedale San Martino, da cui è stato successivamente dimesso con una prognosi di 30 giorni.

Gli agenti, dopo aver acquisito un'accurata descrizione dei malviventi, si sono subito messi alla ricerca perlustrando a piedi l'interno del Luna Park e la spiaggia della Foce, notando due individui che si stavano nascondendo tra le barche ormeggiate. Alla vista dei poliziotti i fuggiaschi hanno cominciato a correre in direzioni diverse e, dopo un breve inseguimento, uno dei due è stato fermato e trovato in possesso di un abbonamento integrato Amt/Trenitalia intestato alla vittima della rapina.

Dopo l'identificazione lo straniero è stato arrestato e tradotto presso il carcere di Marassi in attesa della convalida.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in via Rimassa, 56enne resta a terra sanguinante

GenovaToday è in caricamento