menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Foce, oltre 100 studenti sfidano nubi e vento per ripulire la spiaggia

I ragazzi degli istituti scolastici primari e secondari di Marconi, Lomellini e IC Sampierdarena si sono ritrovati alla Foce del Bisagno per raccogliere plastica e rifiuti

Sono arrivati in massa, pettorine gialle e sacchetti della spazzatura in mano, sfidando il vento e il meteo incerto per ripulire la spiaggia alla Foce del Bisagno in previsione di Slow Fish, la manifestazione dedicata al mare e alle sue risorse: sono i ragazzi degli istituti scolastici primari e secondari di Marconi, Lomellini e IC Sampierdarena, che venerdì mattina hanno dato una lezione di senso civico a tutta la città.

Gli studenti, un centinaio, si sono rimboccati le maniche e già a partire dalle 9 erano sulla spiaggia sferzata dalle raffiche per raccogliere plastica, cartacce e altri rifiuti abbandonati: l’evento, patrocinato dal Comune, prevedeva anche un laboratorio sulle microplastiche organizzato da Legambiente Liguria e Slow Food, e vi ha preso parte anche l’assessore comunale al Marketing Territoriale Barbara Grosso

L’obiettivo, oltre a ripulire uno degli ultimi tratti di spiaggia genovese rimasti liberi, era sensibilizzare i più giovani sul problema della plastica in mare e dei rischi per la biodiversità e gli ecosistemi del Mediterraneo, un argomento che verrà trattato anche durante Slow Fish, in programma dal 9 al 12 maggio.   che a che si terrà a Genova dal 9 al 12 maggio – per sensibilizzare la popolazione scolastica sul problema della plastica in mare e come questa rappresenti una minaccia per la biodiversità e gli ecosistemi del Mediterraneo, oltre che per la salute dell’essere umano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento