rotate-mobile
Cronaca Foce / Corso Buenos Aires

Rivoluzione del traffico alla Foce, Balleari: «Percorrete via Barabino»

Fondamentale per evitare di intasare il tratto Cadorna-Buenos Aires diventa un cambio delle abitudini da parte degli automobilisti diretti a levante, a cui ora conviene percorrere via Diaz e poi via Barabino

Giornata impegnativa per Genova, soprattutto per quanto riguarda il traffico. Oggi, venerdì 8 febbraio 2019, il cantiere per lo scolmatore del Bisagno si è spostato con conseguenti modifiche alla viabilità. Inoltre in mattinata sono attesi il premier Conte e il ministro Danilo Toninelli per lo smontaggio e la discesa a terra della prima porzione di ponte Morandi.

Questa mattina poco dopo le 8 il vice sindaco di Genova, Stefano Balleari, si è recato in corso Buenos Aires per vedere con i suoi occhi la situazione alla luce delle modifiche. Il nodo cruciale è rappresentato dal restringimento di carreggiata in corso Buenos Aires, che diventa percorribile a due corsie, una per senso di marcia.

La nuova viabilità dovrebbe restare in vigore almeno sino ai primi di maggio. Fondamentale per evitare di intasare il tratto Cadorna-Buenos Aires diventa un cambio delle abitudini da parte degli automobilisti diretti a levante, a cui ora conviene percorrere via Diaz e poi via Barabino.

La direzione Mobilità di Tursi ha deciso di consentire ai veicoli (privati e pubblici) che transitano in via Barabino di proseguire quindi verso via Diaz e piazza della Vittoria, lasciando però il divieto di svolta a sinistra verso via Saffi. Per questo motivo è stato aperto l'incrocio all'altezza della questura, e le auto dirette a levante possono già imboccare via Barabino su due corsie.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivoluzione del traffico alla Foce, Balleari: «Percorrete via Barabino»

GenovaToday è in caricamento