menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Foce, in piazza Tommaseo inaugura la prima "BiblioCabina"

Su iniziativa del comitato di quartiere We Care Genova, la cabina telefonica ormai abbandonata che sorge al fianco delle palazzo delle Poste è stata trasforata in uno spazio di bookcrossing

In un’epoca in cui sono smartphone e tablet a tenere le fila delle comunicazioni, le cabine telefoniche sono ormai una reminiscenza del passato che spesso versa in condizioni di degrado e abbandono. Ed è proprio per trovare un nuovo utilizzo a quelle della Foce che il comitato We Care Genova, un collettivo di giovani residenti nel quartiere impegnati nella sua promozione, ha deciso di avviare un progetto in collaborazione con il Municipio Medio Levante che partirà con l’inaugurazione della prima “BiblioCabina”.
 
I ragazzi di We Care Genova, tutti tra i 18 e i 28 anni e già autori dei "raid" contro il distributore di benzina abbandonato di via Cecchi, hanno trasformato la cabina telefonica di piazza Tommaseo in una sorta di mini biblioteca che funzionerà sulla base del principio del bookcrossing: i residenti del quartiere potranno prendere liberamente e gratuitamente i libri che contiene, e a loro volta lasciarne di altri a disposizione dei concittadini, in un’ottica di riuso finalizzata anche ad aumentare lo spirito di condivisione e socialità. Quella di piazza Tommaseo è soltanto una delle 5 cabine che il comitato ha ricevuto in affido da Telecom Itaia, e verrà inaugurata martedì 31 maggio alle 18 con un evento durante il quale tutti potranno incominciare a scambiarsi libri: la speranza è che in futuro lo spazio ospiti eventi di taglio culturale e sociale per «promuovere la lettura e la diffusione della cultura, in un ambiente e in un clima familiare e aperto, quale è quello della piazza del quartiere», come hanno spiegato gli inventori del progetto

«La BiblioCabina ha l'ambizione di divenire il luogo di incontro delle persone e delle generazioni, luogo fruibile da tutti, gratuitamente, semplicemente scambiandosi libri, ossia storie di vite di donne e di uomini, promuovendo l'incontro di donne e uomini veri -  proseguono da We Care Genova - L’auspicio è che attorno alla BiblioCabina si crei una comunità, libera e aperta, pronta ad incontrare ed incontrarsi, capace di accogliere e condividere storie e racconti».

All'inaugurazione prenderanno parte i ragazzi del Presidio dei Giovani di Libera Genova “Francesca Morvillo”, che da poco hanno inaugurato la propria libreria nella sede “In Scia Stradda”; i “Fischi di Carta”, associazione culturale che collabora con l'“Edicolibro” di piazza della Meridiana;  e le “Librerie Indipendenti della Liguria”, realtà che unisce le librerie di quartiere nella promozione della Lettura.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento