menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cinghiali a spasso tra Albaro e la Foce, cucciolo catturato in corso Torino

Continuano le incursioni urbane degli ingulati: questa volta una famiglia di 5, uno dei più piccoli in particolari, ha messo sotto scacco due quartieri del centro città

Cinghiali ancora a spasso per la città, da San Fruttuoso a Marassi passando per Albaro e la Foce: dopo gli avvistamenti in via Manuzio e zone limitrofe, e la chiusura dei giardini del Mirto per la presenza di una mamma cinghiale che li aveva eletti nuovo luogo di riposo, in mattinata un’altra famigliola di 5 ungulati è stata avvistata in un giardino condominiale di un palazzo di Albaro, da dove ne è scappato uno che si è spinto sino in corso Torino.

Numerosissimi gli avvistamenti del “fuggitivo”, un cucciolo, segnalato prima in piazza Savonarola con mamma e fratelli (poi catturati), poi da solo in piazza Palermo (come dimostra la foto di Respo La, postata sul gruppo "Sei della Foce se..."), nell’area giochi per i bimbi, e infine appunto in corso Torino. Dove ha trovato rifugio nel cortile privato di un’abitazione, da cui è stato alla fine catturato dagli agenti della Municipale e dalle Guardie Forestali poco dopo mezzogiorno, al termine di una mattinata trascorsa a esplorare le vie del quartiere.

Gli animali dovrebbero adesso essere liberati in una zona lontana dal centro abitato, ma le proteste dei cittadini non si placano: le incursioni “urbane” dei cinghiali  attirati dal cibo, sono sempre più frequenti e non si limitano più alle alture, ma sconfinano in quartieri frequentati e trafficati mettendo a rischio sia la loro incolumità, sia quella di chi potrebbe incontrarli sul proprio percorso, automobilisti e scooteristi compresi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento