menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Candele e flashmob, a De Ferrari il "funerale" della scuola pubblica

Decine di insegnanti si sono dati appuntamento davanti a Palazzo Ducale per protestare contro il ddl "Buona scuola" proposto dal governo Renzi

Decine di ceri mortuari retti da altrettante persone totalmente vestite di nero che fissano in silenzio le fiammelle: è il flashmob andato in scena in piazza De Ferrari, davanti all’ingresso di Palazzo Ducale, per protestare contro il disegno sulla “buona scuola” proposto dal governo Renzi.

A darsi appuntamento sono stati i docenti delle scuole statali della Liguria, che con il lugubre allestimento hanno voluto celebrare un metaforico funerale: una manifestazione andata in scena in contemporanea con decine di altre piazze italiane, dove gli insegnanti si sono riuniti per “sensibilizzare l’opinione pubblica sulla lenta agonia della scuola pubblica” e manifestare contro un disegno di legge che, come spiegano i sindacati, nel caso in cui passare creerebbe “seri problemi sia ai precari sia ai docenti di ruolo”.

Un’adesione massiccia, che lascia presagire che saranno moltissimi gli insegnanti che il prossimo 5 maggio parteciperanno allo sciopero indetto da Flc-Cgil, Cisl, Uil, Snals e Fgu nonostante la decisione, da parte del premier Matteo Renzi, di scrivere un lettera aperta per trovare una mediazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento