rotate-mobile
Cronaca

Anziana rapinata e rinchiusa in casa: arrestati falsi vigile e tecnico

Erano in possesso di una pettorina, un lampeggiante ed un distintivo della polizia locale e di vari arnesi atti allo scasso. I due si trovano ora nel carcere di Marassi

Si erano finti un vigile e un tecnico dell'acqua per entrare nelle case degli anziani e derubarli.

I due torinesi, 49 e 28 anni, indagati per un colpo messo a segno a Firenze, erano pronti ad entrare in azione anche a Genova. I carabinieri, nella mattina del 28 settembre, li hanno scovati e arrestati in centro.

Nell'appartamento dei rapinatori, i militari hanno trovato vari arnesi atti allo scasso, una pettorina, un lampeggiante ed un distintivo della polizia locale, nonché  numerose ricetrasmittenti utilizzate per tenersi in contatto radio costante mentre avrebbero messo a segno i colpi. Arrestati, sono stati portati nel carcere di Marassi. 

Per gli inquirenti la coppia di malfattori sarebbe responsabile di una rapina aggravata in abitazione avvenuta lo scorso giugno ai danni di una 85enne, residente in un condominio a Campo di Marte a Firenze. Uno dei due complici avrebbe manifestato alla donna la necessità di entrare in casa per un controllo, qualificandosi come un tecnico dell'acqua e invitandola a restare vicino al rubinetto in cucina. Poco dopo, ecco l'ingresso del finto agente della polizia locale, che le avrebbe esibito un distintivo da poliziotto con lo stemma della Repubblica Italiana, e richiesto di verificare se i suoi gioielli fossero in casa.

L'anziana dopo essersi insospettita ha gridato aiuto ma i due l'avrebbero spintonata e rinchiusa in cucina  per darsi poi alla fuga con un bottino di gioielli del valore di 60mila euro.

Il procedimento penale nei loro confronti è tuttora pendente in fase di indagini e l’effettiva responsabilità sarà vagliata nel corso del successivo processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziana rapinata e rinchiusa in casa: arrestati falsi vigile e tecnico

GenovaToday è in caricamento