Fiab Genova chiarisce: «Bici contro mano? No, doppio senso ciclabile»

Gli amici della bicicletta genovesi spiegano cos’è una corsia ciclabile per doppio senso ciclabile

In questi giorni si è parlato molto delle nuove modifiche introdotte al Codice della Strada con il Decreto Semplificazioni. «Molti hanno gridato allo scandalo per il pericolo di trovarsi le bici contro mano sulle strade, modifica che leggendo le notizie circolate sembrerebbe essere stata introdotta nel nostro ordinamento. Non è però così - specifica Fiab Genova -. È stata semplicemente data la possibilità alle bici, nelle strade urbane con limite di 30 kmh di circolare anche in senso opposto al senso di marcia prescritto per tutti gli altri veicoli, lungo una corsia ciclabile per doppio senso ciclabile che deve essere presente sulla stessa strada, se non c’è non si può».

Cos’è una corsia ciclabile per doppio senso ciclabile?

E dunque, che cos’è una corsia ciclabile per doppio senso ciclabile? «Semplicemente una corsia delimitata da con linee bianche discontinue e con il simbolo della bici che corre a sinistra rispetto al senso di marcia. Quindi non bici ovunque nel senso contrario del traffico ma solo se sono previste queste corsie e quindi facilmente individuabili».

Esempi a Genova

«Capiamo di cosa stiamo parlando facendo due esempi calzati sulla realtà Genovese - ha dichiarato Romolo Solari presidente di FIAB Genova -. Via Rolando a Sampierdarena, ciclisticamente parlando, costituirebbe un’ottima alternativa alla trafficata via Reti. In parte è area pedonale e quindi transitabile dalle bici con le dovute cautele ed in parte è aperta alla circolazione veicolare in un solo senso. Introducendo un limite di 30 km/h, non è peraltro una strada dove sia logico andare più veloce, e tracciando una corsia ciclabile per doppio senso ciclabile si risolve il problema riducendo le bici che circolano in Via Reti invogliando i ciclisti in un contesto di strada residenziale primo tassello di una percorrenza ciclistica Sampierdarena–Rivarolo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altro esempio è invece quello di via Pisacane alla Foce: «È una parallela alla trafficata via Barabino, è senso unico verso levante da viale Brigata Bisagno a via della Libertà e senso unico verso ponente nel tratto che prosegue fino a piazza Palermo. Anche qui trattasi di strada a traffico rallentato basta confermarlo con limite di 30 kmh tracciare una corsia ciclabile per doppio senso ciclabile ed il gioco è fatto si pedala tranquilli lungo tutto il quartiere»

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in Sopraelevata, choc per la morte di Ginevra: «Ciao angelo»

  • Schianto in sopraelevata, muore una ragazza di 28 anni

  • Un Premio Oscar a Genova: Helen Mirren pranza in una trattoria del centro

  • Quattro detenuti a Italia's Got Talent, la Uil: «Spreco di soldi pubblici»

  • Mascherina obbligatoria anche di giorno nel centro storico, Bucci: «Aumenteremo i controlli»

  • Il weekend a Genova e dintorni: Festa dello Sport, Fiera a Chiavari, Festa del Cane, ravioli e focaccette e tanto altro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento