menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gaffe del Pd: «Inaugurato lo scolmatore del Fereggiano»

Oggi il Partito Democratico ha annunciato l'inaugurazione dello scolmatore del Fereggiano, forse confondendosi con la conferenza stampa per la presentazione del progetto per lo scolmatore del Bisagno

La settimana scorsa si sono conclusi i lavori, iniziati nella primavera del 2015, e lo scolmatore del Fereggiano, dopo il collaudo, potrà entrare a tutti gli effetti in funzione. La lunghezza della galleria che parte da Quezzi (via Pinetti) e si conclude in corso Italia è di 3.717 metri. Il diametro del canale è di 5,2 metri, con una portata di 160 metri cubi al secondo.

Oggi il Partito Democratico ha annunciato l'inaugurazione dello scolmatore del Fereggiano, forse confondendosi con la conferenza stampa per la presentazione del progetto per lo scolmatore del Bisagno.

«La sicurezza idrogeologica non ha colore politico. Provo veramente vergogna per il Partito Democratico della Liguria che a pochi minuti dalla presentazione del progetto dello Scolmatore del Bisagno invece di felicitarsi di questo risultato raggiunto grazie alla collaborazione tra istituzioni, come peraltro disse lo stesso Renzi aprendo con noi il cantiere, esce con un comunicato in cui rivendica con arroganza suoi presunti meriti, peraltro scrivendo erroneamente che oggi inauguriamo lo scolmatore del Fereggiano, già pronto e utilizzabile da un anno in caso di emergenza, in attesa solo del collaudo. Questo comunicato rappresenta tutta l'arroganza, ignoranza, approssimazione e assenza di pudore del Pd ligure già evidentemente proiettato nella campagna elettorale con i grillini». Lo scrive sui social il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il comunicato del Pd

«Esprimiamo grande soddisfazione per la conclusione di questo importante intervento - scrive il Partito Democratico in una nota -, frutto del lavoro del centrosinistra (a livello locale e nazionale) e realizzato, nello specifico, grazie a un cofinanziamento di 45 milioni di euro totali, che ha visto coinvolti la precedente amministrazione comunale (protagonista l'allora assessore Gianni Crivello) con 15 milioni, il Governo Monti con 20 milioni (attraverso il Piano nazionale per le città) e il Governo del Pd con 5 milioni di euro messi dalla Struttura di missione Italia Sicura (in sostituzione del precedente finanziamento regionale della Giunta Burlando)».

«È incredibile - prosegue il Pd - che al taglio del nastro di oggi siano presenti solo il presidente della Regione Toti e il sindaco Bucci - che non hanno avuto alcun ruolo in quest'intervento - e non siano stati invitati né il Municipio Bassa Valbisagno, né l'ex assessore Crivello. Si tratta dell'ennesima appropriazione indebita - dal punto di vista politico-istituzionale - di questo centrodestra. Quel progetto e i finanziamenti necessari a realizzarlo sono frutto del lavoro di altre amministrazioni. Bucci e Toti, sul fronte della prevenzione del dissesto idrogeologico, non hanno fatto praticamente nulla in questi anni, godendo soltanto del lavoro di chi li ha preceduti. Stessa cosa anche per la copertura e lo scolmatore del Bisagno, finanziati da Governi a guida Pd. La correttezza istituzionale - conclude il Pd - imporrebbe che sindaco e presidente della Giunta ligure riconoscessero i meriti altrui».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento