Cronaca Porto Antico / Calata Molo Vecchio

«Sacchetti pieni d'ossa in acqua», la telefonata ai carabinieri

Il fatto è avvenuto giovedì 26 gennaio all'Expo. sul posto sono intervenuti gli investigatori del nucleo sommozzatori dei carabinieri

«Sacchetti pieni di ossa» dicono le telefonate che arrivano, nella mattinata di giovedì 26 gennaio, al 112. I carabinieri, allertati dalle segnalazioni, giungono all'Expo con i detective e gli specialisti del nucleo sommozzatori; l'ipotesi è che siano resti umani buttati a mare dietro la piscina del Porto Antico.

Poi il recupero da parte dei militari e la sorpresa: nei sacchetti di nylon neri della spazzatura, spuntano la pelle, la cotenna e le interiora di un maiale. Non mancano neppure le orecchie del povero animale, probabilmente fatto fuori a bordo da un diportista improvvisatosi macellaio e poi gettato in acqua tra gli yacht e i velieri. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Sacchetti pieni d'ossa in acqua», la telefonata ai carabinieri

GenovaToday è in caricamento