rotate-mobile
Cronaca Pegli / Via Pavia

Pegli, ex cinema Eden: un bando per vendere l'area della società fallita, la storia

Il tribunale fallimentare ha finalmente autorizzato la vendita dell'area della società fallita. Il comitato Pegli Bene Comune: "Una buona notizia per il quartiere che attende di riavere al più presto uno dei suoi pochi importanti centri di aggregazione culturale"

Qualcosa si muove sul fronte dell'ex cinema Eden di via Pavia, a Pegli, con un'area che sembra destinata a trovare pace dopo tanti anni. La questione è tornata alla ribalta dopo un'interrogazione di Cristina Lodi (Pd) e, più recentemente, una di Paolo Gozzi (Vince Genova) in consiglio comunale.

In sintesi, il tribunale fallimentare ha finalmente autorizzato la vendita dell'area della società fallita, con un bando che potrà essere pubblicato entro la fine del mese. 

Una storia lunga 12 anni

Ma per capire la genesi del problema occorre fare un passo indietro e tornare nel 2010, quando venne rilasciato un permesso di costruire per la realizzazione di un parcheggio privato interrato (erano previsti oltre 50 box) e la ricostruzione del cinema Eden all'aperto, progetto contestato da non pochi cittadini ed esponenti della politica. 

I lavori iniziarono solo dopo alcuni anni a seguito di contenziosi che videro alla fine vincitrice la società che intendeva realizzare l'intervento. Ma l'area non era destinata a trovare pace: con il tempo venne ultimato il volume interrato dei box mentre non venne avviata nessuna delle opere pubbliche di superficie (cioè la ricostruzione del cinema e la sistemazione di una rotonda). Nel 2020 venne rilasciato un ulteriore titolo edilizio per l'ultimazione delle opere che però non vennero mai avviate.

A questo punto - specifica l'assessore all'Urbanistica Mario Mascia, rispondendo all'interrogazione di Cristina Lodi - l'amministrazione tentò la strada della fideiussione, ma nell'autunno 2021 arrivò la notizia del fallimento dell'impresa edile a complicare tutto. Da qui un'altra serie di contenziosi e impedimenti fino alla scoperta - in occasione della rimozione della gru, un altro lungo passaggio - dell'intenzione della Curatela fallimentare di vendere il diritto di superficie dell'area: una possibilità per il Comune di avere un nuovo interlocutore privato, con la possibilità di ottenere la sistemazione della superficie dell'area in un tempo sicuramente più ristretto rispetto a quello necessario per l'iter della fideiussione.

Il 22 luglio, in risposta a Lodi, Mascia ha riferito che "in tempi recenti il Tribunale fallimentare ha autorizzato la Curatela all'esperimento della vendita del compendio immobiliare di proprietà della società fallita, con l'indicazione di predisporre i successivi adempimenti di legge. Secondo quanto ipotizzato dalla stessa Curatela, il bando potrà essere pubblicato entro la fine del corrente mese".

Il comitato Pegli Bene Comune: "Una buona notizia per il quartiere"

Anche i comitati di quartiere negli anni hanno seguito attentamente la vicenda: "A fine luglio - spiega il comitato Pegli Bene Comune - è prevista la pubblicazione di un bando per la vendita del compendio immobiliare della società fallita, propedeutica all'ultimazione dei lavori e alla riapertura del cinema. Una buona notizia per Pegli che attende di riavere al più presto uno dei suoi pochi importanti centri di aggregazione culturale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pegli, ex cinema Eden: un bando per vendere l'area della società fallita, la storia

GenovaToday è in caricamento