rotate-mobile
Cronaca

Evelina Pietranera, l'edicolante morta nell'alluvione

E' disperato suo marito: "Mi aveva dato il cambio dell'edicola di via Giacometti perchè stavo male avevo l'influenza e così mi sarei potuto riposare un paio di ore"

Un'edicola travolta dall'acqua, la disperazione che avanza e il rifugio in un androne di un portone. Evelina Pietranera, 50enne edicolante in via Giacometti, è morta così schiacciata anche lei nell'androne della morte di via Fereggiano. Cinquantanni, si trovava lì perché aveva dato il cambio al marito che dal giorno della tragedia non riesce a smettere di piangere. "Mia moglie si è sacrificata per me. Mi aveva dato il cambio dell’edicola di via Giacometti perchè stavo male avevo l’influenza e così mi sarei potuto riposare un paio di ore. Quando è successo la tragedia immagino stesse aspettando l’autobus per tornare a casa".


"L’edicola non la riaprirò mai più, non riesco a pensare di poter ritornare a lavorare li - ha detto l’uomo Attilio Toffi - Volevo solo ringraziare i carabinieri che ieri mi hanno sostenuto e accompagnato durante il riconoscimento della salma di mia moglie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evelina Pietranera, l'edicolante morta nell'alluvione

GenovaToday è in caricamento