Rifiuta un rapporto sessuale: chiusa in casa e minacciata con un coltello

La donna ha ricevuto un 41enne nel suo appartamento di via Serra, ma la richiesta di fumare crack e bere l’ha spaventata: alla richiesta di andarsene, ha reagito con violenza

Minacciata con un coltello e chiusa in camera perché ha rifiutato un rapporto sessuale con un uomo che la voleva costringere a fumare crack e bere alcol.

È successo a una donna che nel pomeriggio di martedì ha ricevuto nel suo appartamento un 41enne che l'aveva contattata per un rapporto sessuale. Al suo arrivo, l’uomo ha però cercato di costringerla a fumare crack e a bere alcol, e al suo rifiuto di concedersi l’ha chiusa in camera strattonandola e minacciandola con un coltello che aveva con sé.

La donna è riuscita a fuggire, rifugiandosi da un’amica, e al ritorno a casa ha scoperto che le mancavano i due telefoni cellulari. A prenderli il 41enne, che l’ha ricattata chiedendole in cambio 700 euro. La donna ha quindi finto di accettare l’appuntamento per lo scambio, ma nel frattempo ha chiamato il 112.

Quando il 41enne è arrivato all’appartamento ha trovato ad aspettarlo i poliziotti del commissariato di San Fruttuoso: dopo un breve tentativo di fuga, è stato fermato e arrestato con l’accusa di minaccia aggravata, furto e tentata estorsione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

Torna su
GenovaToday è in caricamento