Erzelli, apre al pubblico il Parco Verde del Great Campus

In totale 30mila metri quadrati di spazi attrezzati con giochi, aree fitness, punti di ricarica per dispositivi tecnologici e diversi altri servizi

Arriva la primavera anche sulla collina degli Erzellil, dove venerdì è stato aperto alla città il primo lotto del Parco Verde di Great Campus, spazio che, una volta completato, con i suoi 30mila metri quadrati diventerà uno dei più grandi parchi del ponente genovese. 

Il Parco Verde è stato realizzato basandosi sui suggerimenti dei cittadini del Municipio e delle circa 2mila persone che frequentano il campus ogni giorno, che potranno sfruttare sia lo spazio verde sia i numerosi servizi che vi sorgono: aperto al pubblico 24 ore su 24, 7 giorni su 7, il Parco Verde ospita un’area giochi di 400 mq accessibile anche a bambini con disabilità, all’insegna dell’inclusione, un ampio spazio per i cani gestito dalla Protezione Civile di Sestri Ponente, un percorso running di 3 km con docce, spogliatoi e un percorso ginnico collegato alla app di Great Campus, e una zona dedicata a eventi e iniziativeì culturali rivolti a tutti i cittadini.

L’area è completamente priva di recinzioni, e la sicurezza sarà garantita da un servizio di videosorveglianza sviluppato in collaborazione con le forze dell’ordine, con 14 telecamere collegate a una control room centralizzata e costantemente presidiata e 14 colonnine sos  che consentiranno a chi frequenta il parco e si trova in pericolo di comunicare con il personale. Tra le altre innovazioni previste, un sistema di diffusione sonora per inviare messaggi vocali o trasmettere brani musicali con speciali dispositivi bluetooth per ipoudenti, rete Wi-Fi gratuita e una serie di postazioni di ricarica per dispositivi elettronici.

Dal punto di vista del paesaggio, il parco ospita 48 alberi ad alto fusto, 25.000 mq di tappeti erbosi e 2.000 piante ornamentali gestite attraverso un sistema di irrigazione completamente automatizzato, con sensori di pioggia e controllo centralizzato, permette di ridurre i costi di gestione e il consumo idrico. Gli alberi sono dotati di chip che permettono di seguirne la crescita e le buone condizioni.

Potrebbe interessarti

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Fabrizio De André: «Da dove viene la nostalgia che tutti noi abbiamo di Genova?»

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

I più letti della settimana

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Fabrizio De André: «Da dove viene la nostalgia che tutti noi abbiamo di Genova?»

  • Pomeriggio a base di ketamina per due ventenni

Torna su
GenovaToday è in caricamento