menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi Ericsson, lavoratori in corteo, centro città paralizzato. Le foto

Dopo la decisione da parte dell'azienda di non presentarsi all'incontro convocato al Mise, i dipendenti hanno dichiarato sciopero immediato e sono tornati in piazza per la terza volta in pochi giorni

Nuova giornata di proteste per i lavoratori Ericsson dopo il rifiuto da parte dell’azienda di presentarsi all’incontro organizzato al Mise con le istituzioni per discutere del futuro dei dipendenti della sede genovese dopo l’annuncio dei 137 esuberi previsti entro il 2017.

Al termine dell'incontro in Prefettura, il prefetto ha assicurato che farà partire già oggi la richiesta di riapertura del tavolo al ministero dello sviluppo economico, chiedendo espressamente la partecipazione di Ericsson. Se entro lunedì non si avranno risposte, ricomincerà la mobilitazione dei lavoratori.

Presenti in corteo sin dalle prime battute i rappresentanti delle istituzioni, da Edoardo Rixi, assessore regionale allo Sviluppo economico, ad Alessandro Terrile, il segretario del Pd genovese Alessandro Terrile e il consigliere regionale Dem Giovanni Lunardon. Intorno a mezzogiorno, in tempo per partecipare all'incontro con il prefetto, è arrivato anche il sindaco Marco Doria, che ha sottolineato la gravità della decisione di Ericsson di non presentarsi all'incontro con il governo: «Riteniamo che sia stato molto grave che l'azienda abbia deciso all’ultimo momento di non partecipare, riducendo il tutto a una questione di esuberi da affrontare nelle diverse sedi delle associazioni industriali. Qui si tratta di ragionare sulla presenza di Ericsson in Italia. È per questo che chiediamo che il governo convochi l’azienda e Ericsson ha il dovere di andare dal governo a illustrare le sue strategie in modo formale»

Ore 12.30: La manifestazione si scioglie dopo l'arrivo del sindaco Marco Doria e l'incontro con il prefetto, cui ha partecipato anche l'assessore Rixi

Ore 11.20: i lavoratori hanno raggiunto via Roma e si avvicinano alla prefettura, dove una delegazione verrà ricevuta dal prefetto

Ore 10.50: il corteo imbocca la galleria Nino Bixio e si dirige verso piazza Fontane Marose

Ore 10.40: il corteo arriva in piazza Corvetto. Chiusa via Assarotti, Bertani, galleria Bixio: «Vogliamo riaprire il dialogo e partecipare alle trattative per discutere del nostro futuro e di quello dell'azienda»

Ore 10.30: i lavoratori si dirigono verso piazza Corvetto passando per via XII Ottobre, il centro città è bloccato

Ore 10.20: i manifestanti hanno percorso via Dante, imboccato via Fieschi (chiusa nella parte bassa) e ora si trovano in via XX Settembre, chiusa nell'area vicino a piazza De Ferrari. Chiusa anche via Vernazza, e ora anche via XII Ottobre, prossima meta

Ore 9.40: i lavoratori sono in largo Pertini e si preparano a muoversi in corteo verso la Prefettura, decisi a chiedere un intervento affinché si organizzi al più presto un nuovo incontro al Mise. Con loro anche l'assessore regionale allo Sviluppo  Economico Edoardo Rixi, il consigliere regionale Dem Giovanni Lunardon e il segretario del Pd genovese Alessandro Terrile.

Ieri mattina, dopo la conferma del nulla di fatto dell’incontro, i lavoratori hanno dichiarato uno sciopero immediato scendendo in strada per protestare e bloccando il casello dell’uscita autostradale di Genova Aeroporto, e per oggi hanno organizzato un corteo che da largo Pertini si dirige verso la Prefettura per un confronto con il prefetto Fiamma Spena.

«È un atteggiamento inaccettabile, non solo nei confronti dei dipendenti e delle proprie organizzazioni di rappresentanza, ma anche nei confronti delle istituzioni e della città verso le quali Ericsson è totalmente irrispettosa - hanno fatto sapere le organizzazioni sindacali - Chiediamo alle istituzioni locali di attivarsi subito al fine di trovare una soluzione che riapra un tavolo di trattativa». 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento