menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ericsson licenzia ancora, lunedì sciopero agli Erzelli

Quattro dei 67 lavoratori erano agli Erzelli, dove lunedì è in programma uno sciopero con assemblea. Anche a fine luglio i licenziamenti erano arrivati alla vigilia di un weekend

Durante la serata di venerdì 15 settembre sono arrivate le prime notizie di altri 67 lavoratori di Ericsson licenziati in Italia. Anche questa volta all'inizio di un weekend come avvenne uno degli ultimi venerdì sera di luglio intorno alle ore 20 quando Ericsson inviò decine di lettere di licenziamento ai propri dipendenti.

I lavoratori licenziati a Genova sono quattro. Stavolta l'azienda ha fatto arrivare prima una telefonata dal rispettivo capo ai lavoratori segnati, per annunciare loro il licenziamento. Lunedì 18 settembre a partire dalle 8 è stato indetto uno sciopero con assemblea davanti alla sede di Ericsson agli Erzelli.

«Quando uno degli ultimi venerdì sera di luglio intorno alle ore 20 Ericsson inviò decine di lettere di licenziamento ai propri dipendenti si pensò a un accanimento della bieca strategia aziendale per smorzare ogni resistenza - spiega Fabio Allegretti, segretario generale Slc Cgil Genova -. Nemmeno la denuncia e la protesta pubblica di un comportamento cosi inqualificabile ha evitato che questo accadesse di nuovo. Ieri sera infatti sono arrivate altre lettere a un numero di dipendenti che sarà chiaro solo lunedì mattina quando qualcuno di questi lavoratori ritirerà i propri effetti personali scortato dalla sicurezza interna».

«Slc Cgil, intanto, ha chiesto un incontro alla Regione Liguria affinché si proceda urgentemente con la convocazione del tavolo con istituzioni locali e Confindustria per affrontare la vertenza e l'emergenza occupazionale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento