menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In carcere a 81 anni per avere insultato un vigile, scoppia la polemica

Nel 2011 Emanuele Rubino si era scagliato contro un vigile che gli aveva fatto una multa per avere transitato in una ztl. A distanza di quasi 5 anni, diventa esecutiva la condanna a 17 giorni di carcere per non avere rispettato i termini della libertà vigilata

In carcere a 81 anni compiuti per avere insultato un vigile che gli aveva fatto una multa a suo dire ingiusta: il Web si è mobilitato in questi giorni per Emanuele Rubino, pensionato di Bolzaneto cardiopatico e sotto dialisi, che martedì è stato arrestato e portato in carcere per scontare una pena di 17 giorni di reclusione. 

A denunciare quanto accaduto è stato il blogger genovese Guglielmo Bonanno, che su Facebook ha condiviso il video che mostra la reazione costata a Rubino in prima battuta una condanna a 34 giorni di libertà vigilata, poi la reclusione per non avere rispettato le prescrizioni del giudice: i fatti risalgono al 2011, quando, come si vede nel video, il pensionato aveva parcheggiato il suo furgoncino in piazza Raibetta, nel centro storico, una zona a traffico limitato.

Guarda il video che mostra lo sfogo di Rubino e il successivo arresto

Ed è in quel momento che un vigile lo nota e decide di fargli la multa, nonostante che Rubino avesse assicurato di essere in possesso di tutti ii documenti. Da qui lo sfogo, davanti a una folla preoccupata nel vederlo visibilmente in affanno, quasi sul punto di sentirsi male, tanto da spingere qualcuno a chiamare il 118 per accompagnarlo al pronto soccorso e controllare le sue condizioni di salute.

Quasi cinque anni dopo, i carabinieri hanno bussato alla porta di Rubino per trasferirlo in carcere, dando esecuzione alla sentenza con cui il giudice l’ha condannato a scontare 17 giorni di reclusione per oltraggio a pubblico ufficiale e mancato rispetto dei termini della libertà vigilata e dell’obbligo di firma. E così il pensionato è stato portato a Marassi, mentre sul Web si è scatenata la protesta e decine di persone si sono mobilitate per chiedere la sua scarcerazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento