rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Cronaca Pegli / Piazza Cristoforo Bonavino, 4

Materiale dei seggi con dati sensibili abbandonato a una settimana dal voto. Brusoni: "Fatto gravissimo"

È successo a Pegli: a denunciarlo, il capogruppo di minoranza in consiglio municipale Claudio Chiarotti. L'assessore Brusoni: "Il fatto, se confermato, sarebbe gravissimo e in totale trasgressione delle procedure"

Le elezioni politiche sono passate da ormai una settimana ma nel weekend all'ingresso della scuola primaria Ada Negri a Pegli (nel parco di Villa Rosa), c'erano ancora i contenitori di servizio della scuola colmi di materiale di risulta dei seggi: fogli di verbali non utilizzati, elenchi di elettori, buste non compilate e così via. La scena non è passata inosservata agli occhi dei cittadini che hanno inviato a GenovaToday alcune immagini, e nemmeno a quelli di Claudio Chiarotti, ex presidente del Municipio Ponente e ora capogruppo di minoranza, che ha definito il tutto "uno spettacolo indegno". A questo proposito, verranno presentate interrogazioni in Comune e in Municipio per chiedere i motivi di questa situazione. 

Materiale dei seggi abbandonato fuori dalla scuola

"Ci sono fogli con dati sensibili - spiega Chiarotti - e diverso materiale che non è nemmeno da buttare, ed è stato abbandonato nel degrado. Ai seggi, anche il materiale non compilato va rimesso nelle apposite buste e reso. È uno scenario da terzo mondo. Mi chiedo come sia stato possibile che chi è preposto all'organizzazione dei seggi elettorali e di conseguenza alla loro dismissione, abbia consentito una situazione del genere. Dopo quanto successo ai seggi tre mesi fa, un’altra pagina non certo edificante per la nostra città proprio nelle procedure che dovrebbero garantire il massimo della trasparenza e della serietà". Cos'è che non ha funzionato? Per Chiarotti "presidenza nei seggi, smaltimento rifiuti e più in generale la dismissione dei seggi. Ritengo che quanto successo sia sconcertante, proprio per questo chiederemo lumi".

Il municipio: "Abbiamo segnalato all'ufficio elettorale e ad Amiu"

"Ho visto anche io il materiale domenica mattina - spiega la vicepresidente del Municipio Ponente Lorella Fontana - erano cose che non dovevano finire lì. Mi sono attivata per segnalare il fatto all'ufficio elettorale, perché chi era in quei seggi non ha fatto quello che doveva, poi ho chiamato Amiu per la pulizia e mi hanno detto che interverranno, fermo restando che gli spazi di Villa Rosa sono privati: prendere le cose depositate lì e metterle in ordine è compito della scuola, non è competenza del Municipio. Ma vista e considerata la situazione ritengo che ci debba essere ordine".

In alto, il video della lettrice Valeria Vignazza sulla situazione già una settimana fa: "Ancora oggi è tutto lì, solo senza cartoni"

Assessore Brusoni: "Indagini in corso, nostro dovere fare chiarezza"

Sul caso interviene anche l'assessore comunale ai Servizi Civici Marta Brusoni: "I nostri uffici si sono attivati per fare luce sulla segnalazione dell’abbandono di materiale elettorale a Villa Rosa a Pegli, un fatto che, se confermato, sarebbe gravissimo e in totale trasgressione delle procedure. Infatti, per il materiale elettorale non utilizzato, le normative prevedono che venga consegnato dal presidente di seggio agli agenti di polizia locale, prima ancora dell’inizio dello spoglio, mentre le schede scrutinate e i registri vengono portati in prefettura subito dopo lo spoglio. Le indagini si sono messe in moto e sono certa che le autorità competenti troveranno i responsabili. È nostro dovere e interesse capire come sia stato possibile che del materiale elettorale sia stato abbandonato, eludendo di fatto le procedure. Da parte mia e di tutta l’amministrazione c’è la volontà di andare a fondo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Materiale dei seggi con dati sensibili abbandonato a una settimana dal voto. Brusoni: "Fatto gravissimo"

GenovaToday è in caricamento