Cronaca

Videosorveglianza: ecco dove sono le telecamere in città

A Genova si trova un impianto di videosorveglianza ogni 2.000 abitanti: le telecamere servono a prevenire gli illeciti e svolgono funzione anti-terrorismo, ed è obbligatorio posizionare un cartello prima di un’area sotto controllo video

Dalle 30 del 2010 alle 300 telecamere installate fino ad oggi in tutta la città, praticamente una ogni 2.000 abitanti, per prevenire (o in alternativa filmare) gli illeciti e per svolgere funzioni anti-terrorismo: è questo il punto della situazione della videosorveglianza a cura del Comune di Genova.

Non solo crimini: le telecamere servono anche a impedire l'abbandono dei rifiuti pericolosi, monitorare il livello dei torrenti e gestire il traffico. Il servizio è gestito dalla Polizia Municipale e in collegamento permanente con la Questura; le forze dell'ordine (a cui è riservato l'utilizzo delle registrazioni) hanno già formulato quasi 200 richieste di filmati.

Ma quante sono, dove sono collocate e a cosa servono le telecamere del comune? Ecco un elenco della funzione che svolgono (non sono incluse tutte le telecamere dei privati e di altri enti come Porto Antico, Aeroporto, Autorità Portuale, ZTL ecc.):

  • 38 telecamere per gestire il traffico
  • 248 per la sicurezza del territorio
  • 13 per controllare il livello dei torrenti

Di queste, ecco la loro collocazione: 

  • 99 impianti nel Municipio Centro Est
  • 63 nel Centro Ovest
  • 29 a Ponente
  • 21 alla Valpolcevera
  • 17 al Levante
  • 12 a testa per Medio Levante e Media Valbisagno
  • 10 a testa per Bassa Valbisagno e Medio Ponente

E se vogliamo scendere un po' più nel dettaglio, ecco dove si trovano le più importanti:

  • 23 telecamere a Villetta Dinegro
  • 5 a Villa Scassi
  • 5 nei Giardini Maona
  • 4 a Villa Duchessa di Galliera
  • 3 a Villa Pallavicini
  • 6 in via Prè
  • 5 in via Sampierdarena
  • 3 in via XX Settembre
  • 5 in via Cantore
  • 5 in via Ballaydier
  • 5 in via Rolando
  • 5 in via Daste
  • 3 in via Buranello
  • Prossimamente verranno installati impianti in via Geminiano, Calata Vignoso e corso Perrone

Per quanto riguarda la privacy, ci sono precisi obblighi dettati dalla legge che riguardano l'informazione, il trattamento dei dati e la loro conservazione. Prima di entrare nel raggio di azione di una telecamera infatti va collocato un cartello in sei lingue che segnala la presenza dell'impianto e ne individua il titolare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Videosorveglianza: ecco dove sono le telecamere in città

GenovaToday è in caricamento