menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferma l'auto in strada e aggredisce controllore Amt, panico in corso Dogali

L'aggressione è avvenuta intorno alle 18 di mercoledì, vittima un uomo che stava controllando il biglietto di una giovane donna appena scesa da un bus della linea 40

Ancora una brutale aggressione ai danni di un dipendente Amt impegnato nel suo lavoro: un controllore in servizio il 25 aprile sulla linea 40, in Circonvallazione a monte, è stato avvicinato da un uomo che stava passando in auto, lo ha visto verificare il biglietto di una giovane donna e ha deciso di picchiarlo senza alcuna ragione apparente. 

Stando a quanto raccontato da chi ha assistito alla scena, tutto è successo intorno alle 18 di mercoledì, quando un mezzo della linea 40 si è fermato in corso Dogali e ne sono scesi una ragazza e un controllore, che le ha chiesto di vedere il biglietto. In quel momento sulla strada è passata una Fiat Punto nera con a bordo tre uomini, uno dei quali ha iniziato a insultare il dipendente Amt: pochi minuti dopo l’auto si è fermata e ne è sceso lo stesso uomo, che si è avvicinato al controllore e lo ha colpito al volto afferrando il libretto dei verbali. 

L’aggressione si è verificata nel giro di pochi attimi, lasciando scioccati i passeggeri del bus e i colleghi dell’uomo aggredito, che dopo essersi accorti di quanto stava accadendo sono subito intervenuti per aiutarlo. Il conducente della Fiat Punto, nel frattempo, è tornato a recuperare l’aggressore, lo ha lasciato salire in auto e poi si è dato alla fuga.

Sul posto sono intervenuti i poliziotti delle Volanti, che grazie alla targa del veicolo sono riusciti a rintraccire il proprietario poco distante da casa sua: interrogato dagli agenti, ha rivelato che l'amico si trovava a casa della compagna, ed è proprio fuori dal portone che è stato trovato, con abiti diversi rispetto alle descrizioni fornite dai testimoni.

L'uomo, un 31enne genovese plupregiudicato, ha inizialmente negato di avere qualcosa a che fare con l'aggressione, ma a casa sua i poliziotti hanno trovato gli abiti ancora sporchi di sangue e il cellulare del dipendente Amt. Per lui è quindi scattata la denuncia per rapina, interruzione di pubblico servizio e lesioni, mentre l'amico al volante della Punto, un 32enne genovese, è stato denunciato per rapina in concorso.

Il dipendente Amt è stato portato in ospedale, dove i medici hanno controllato le ferite al volto e poi l’hanno dimesso con una prognosi di tre giorni.

Condanna unanime è arrivata da parte dei sindacati del trasporto pubblico, che da tempo chiedono maggiori garanzie di sicurezza per il personale: soltanto una settimana fa un altro controllore Amt è stato aggredito mentre faceva il suo lavoro, stavolta da un passeggero che gli ha mostrato un biglietto scaduto e ha reagito con violenza alla minaccia di una sanzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Coronavirus

Coronavirus: altri 15 decessi, il più giovane aveva 61 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento