menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Falsificavano documenti per immigrati irregolari, ventuno arresti

Barattavano droga oppure pagavano in contanti dei tossicodipendenti del Tigullio per farsi consegnare i loro documenti, dopo che ne era stato denunciato lo smarrimento. Poi fornivano le carte d'identità ad albanesi, fatti venire in Italia

Vasta operazione della polizia dalle prime ore di oggi a Genova e nel Tigullio nei confronti di un sodalizio criminale, composto da italiani e albanesi, dedito al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina attraverso il possesso e la fabbricazione di documenti falsi.

Agenti della Squadra Mobile di Genova e del commissariato di di Rapallo hanno dato esecuzione a ventuno misure cautelari, nove delle quali in carcere e una agli arresti domiciliari, a carico dei principali artefici dell'attività di favoreggiamento dell'espatrio irregolare verso il Regno Unito di cittadini albanesi, appositamente fatti arrivare in Italia e in possesso di carte di identità falsificate.

Il reperimento dei documenti avveniva, dietro compenso di dosi di stupefacente o in denaro, presso soggetti tossicodipendenti residenti a Rapallo, che ne denunciavano falsamente lo smarrimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento