menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marassi: detenuto muore in carcere

La storia difficile delle carceri italiane si arricchisce di un nuovo triste capitolo. Un detenuto italiano di 45 anni, B.S. condannato per omicidio, è morto oggi, martedì 9 aprile 2013, per infarto nella sua cella all'interno del carcere di Marassi

Genova - La storia difficile delle carceri italiane si arricchisce di un nuovo triste capitolo. Un detenuto italiano di 45 anni, B.S. condannato per omicidio, è morto oggi, martedì 9 aprile 2013, per infarto nella sua cella all'interno del carcere di Marassi.

 

A dare la notizia è stato il segretario generale del sindacato autonomo di polizia penitenziaria Sappe, Maurizio Martinelli, che sottolinea: «a Marassi, alla data del 31 marzo, c'erano 792 detenuti stipati in celle realizzate per ospitarne 450 e oltre 100 Agenti di polizia penitenziaria in meno rispetto agli organici previsti».

Lo scorso anno a livello nazionale - riferisce il segretario del Sappe - sono morte in carcere per cause naturali 97 persone (82 italiani e 15 stranieri), e 56 si sono suicidate (36 italiani e 20 stranieri). I tentati suicidi sono stati 1.308, e 7.317 gli atti di autolesionismo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento