Quattro detenuti a Italia's Got Talent, la Uil: «Spreco di soldi pubblici»

La polizia penitenziaria si è occupata di trasferire i quattro da Marassi a Rebibbia e poi riportarli a Genova. Appresa la notizia, il segretario del sindacato Fabio Pagani esprime tutte le sue perplessità

«Abbiamo appreso questa mattina, che ieri alle 4 del mattino unità di polizia penitenziaria hanno trasferito quattro detenuti (con reati che vanno dalla truffa, omicidio, lesioni, produzione e traffico stupefacenti con fine pena 2022, 2023, 2026 e 2027) alla famosa trasmissione Italia's Got Talent».

A darne notizia è Fabio Pagani, segretario regionale della Uil Pa Penitenziari, che commenta incredulo la notizia: «la scorta è partita di notte, in orario non previsto dalla normativa vigente, e si è diretta verso la Capitale in un momento purtroppo che vede il centro sud con casi di covid 19 in netto aumento. I detenuti che registreranno a Cinecittà saranno appoggiati presso il carcere di Roma Rebibbia per un notte - spiega Pagani, che incalza - poi il viaggio per il rientro. La polizia penitenziaria del distretto regionale attende 39mila ore di straordinario non pagato (accantonato) e deve anticipare i soldi delle missioni. Soprattutto il rischio da evitare in questo momento è la movimentazione dei detenuti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Chi ha avuto questa brillante idea è uno scellerato - conclude il sindacalista - non possiamo permetterci errori, altrimenti gli sforzi messi in campo fino a questo momento saranno inutili. Più che scoprire talenti/detenuti, bisogna coinvolgere maggiormente il Governo Conte sulle carceri, evitando tali, inutili dispendi di uomini, mezzi, risorse e soldi dello Stato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento