menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Ferrari, contro la "buona scuola" un flashmob a passo di danza

Centinaia di studenti dei licei musicali cittadini si sono riversati in piazza "armati" di strumenti musicali, tutù e mezze punte per protestare contro i tagli al corpo docenti

Una protesta a tempo di musica, quella andata in scena questa mattina in piazza De Ferrari, dove gli studenti dei licei musicali cittadini Gobetti e Pertini e del Cardarelli della Spezia si sono riversati armati di mezze punte, tutù e strumenti musicali per manifestare contro la cosiddetta “buona scuola” del governo Renzi.

I ragazzi dei licei musicali e coreutici della città si sono uniti alla protesta nazionale organizzando un flashmob a colpi di note e passi di danza (nella foto, uno scatto in bianco e nero condiviso su Instagram dall'account @valecurre), per protestare contro i tagli al personale docenti e la decisione di precludere agli insegnanti delle materie musicali l’accesso al concorso indetto dal Miur per il prossimo anno scolastico: «Ogni grande artista ha avuto un grande maestro», è soltanto una delle scritte che campeggiavano sugli striscioni retti dagli studenti, che hanno invitato le istituzioni a «garantire una continuità di insegnamento».

Una protesta allegra, colorata e decisamente diversa dal solito, con cui gli studenti hanno voluto mostrare in modo del tutto pacifico l’importanza di un insegnamento completo e continuo e di un corpo insegnanti preparato.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento