Antimafia Genova: Dda cambia guida, da Scolastico a Di Lecce

Michele Di Lecce subentra come capo della direzione antimafia. Il suo predecessore è stato protagonista di un'inchiesta a carico di Gino Mamone, accusato di aver tentato di corrompere Francesco Pinto, presidente dell'associazione magistrati

Oggi, lunedì 30 aprile 2012, è l'ultimo giorno del pm Vincenzo Scolastico come capo della direzione distrettuale antimafia di Genova. Al suo posto, da mercoledì 2 maggio il procuratore Michele Di Lecce.

Se da una parte Di Lecce definisce il provvedimento come «quasi automatico», dall'altra emergono possibili retroscena di questo avvicendamento. Nel 2010, un quotidiano genovese ha rivelato l’indagine della locale magistratura sul presunto complotto per tentare di corrompere Francesco Pinto, presidente dell’associazione magistrati in Liguria, orchestrato da Gino Mamone. Dell'inchiesta si è occupato Scolastico, tenendone allo scuro Pinto.

Il nome dell'ex numero uno della Dda genovese salta fuori anche in alcune intercetazioni nell'ambito dell'indagine anti riciclaggio che ha portato in carcere Antonio Fameli, ritenuto contiguo alla cosca ’ndranghetista dei Piromalli. Per il pm Scolastico le frasi indicate nelle carte son «invenzioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento