Botti in gradinata prima del derby: Daspo a 5 tifosi del Genoa

I provvedimenti emessi hanno durata variabile dai 3 ai 6 anni. Per due tifosi inoltre è d'obbligo la presentazione al Commissariato durante le partite del Genoa

Avevano sparato botti e fuochi d'artificio in gradinata, poco prima dell'inizio del derby della Lanterna del 14 dicembre, e un cittadino era rimasto anche ferito: per questo la Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Genova ha emesso Daspo (da 3 ai 6 anni) per 5 appartenenti alla tifoseria organizzata del Genoa.

Era successo tutto in Gradinata Nord e si era creata una situazione di pericolo dovuta allo sprigionarsi del fumo e alle torce accese nello stadio, tanto che un malcapitato tifoso era caduto su un botto acceso provocandosi ustioni di secondo grado a una mano.

La Digos ha indagato su quanto successo, e ha individuato i cinque organizzatori che avevano sfruttato la complicità di 12 persone camuffate con tute e calzari monouso per portare e attivare i congegni pirotecnici in gradinata. Botti di vario genere ritrovati anche a casa di uno dei tifosi colpiti dal Daspo.

I provvedimenti emessi - come già scritto prima - hanno durata variabile dai 3 ai 6 anni, e due di essi sono corredati dall'Obbligo di presentazione al Commissariato di Polizia Statale durante lo svolgimento delle partite del Genoa, in quanto i soggetti erano già stati colpiti da altri Daspo in precedenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, a carico di uno dei soggetti destinatari e già gravato da gravi precedenti giudiziari, il Questore ha disposto il divieto di detenere anche al di fuori delle manifestazioni sportive armi a modesta capacità offensiva riproduzioni di armi di qualsiasi tipo (comprese le armi giocattolo), spray urticanti, prodotti pirotecnici di qualsiasi tipo, sostanze infiammabili e altri mezzi comunque idonei a provocare lo sprigionarsi delle fiamme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

  • Dialetto curioso: "massacan", da dove deriva questa parola antichissima?

  • Non rispettano tempi di riposo, pioggia di multe per autisti di mezzi pesanti

  • Il postino di "C'è posta per te" arriva a Torriglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento