rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Cronaca Darsena / Calata Simone Vignoso

Allarme sicurezza in Darsena, i pescatori ricevuti dal prefetto: "Non siamo al sicuro"

Nelle scorse settimane avevano denunciato abusivismo, furti, rifiuti abbandonati e vandalismo lungo la banchina e il tema era stato affrontato anche in consiglio comunale

Il prefetto di Genova Renato Franceschelli ha ricevuto una delegazione dei pescatori della Darsena insieme a Daniela Borriello, presidente dell’Associazione Pescatori Liguri, concessionaria della banchina dei pescatori di calata Vignoso. Al centro del dialogo la situazione della zona dopo l'allarme lanciato nelle scorse settimane tra abusivismo, furti, rifiuti abbandonati e vandalismo lungo la banchina. Anche il consiglio comunale genovese aveva affrontato il tema nella seduta di martedì 6 settembre 2022. Tra le richieste dei pescatori anche quella di avere la presenza fissa delle forze dell'ordine, una soluzione che non sembra però praticabile.

Allarme sicurezza in Darsena lanciato dai pescatori. Il Comune: "Ecco cosa abbiamo fatto"

"A calata Vignoso - spiega Daniela Borriello, presidente dell’Associazione Pescatori Liguri e responsabile di Coldiretti Impresa Pesca Liguria - un presidio fisso non è fattibile. Nonostante ciò, il prefetto si è impegnato a rafforzare quanto prima i controlli e a porre nuovamente la questione all’attenzione degli enti coinvolti. Ciò che è certo, e lo ricordiamo, è che questo auspicato aumento dei controlli non deve fermarsi al semplice passaggio in macchina delle forze dell’ordine nella zona, ma spingersi verso un più accurato monitoraggio del molo e delle banchine antistanti".

Vandalismo e furti in Darsena, pescatori esasperati: "Serve presenza fissa delle forze dell'ordine"

"La riqualificazione parte dalla sicurezza - aggiungono Luca Dalpian e Paolo Campocci, presidente e direttore di Coldiretti Genova - ed essa riguarda in maniera più ampia tutta la zona del centro storico in cui si trovano il molo e il mercato del pesce. I pescatori non si sentono sicuri, temono per la propria incolumità e per la sicurezza delle attrezzature. Il rischio è concreto, servono soluzioni quanto prima".

"Ringraziamo il prefetto per l’attenzione dimostrata - conclude Coldiretti Liguria - e per l’impegno a sottoporre la situazione anche al questore, così da poter coordinare al meglio le forze dell’ordine e rendere possibile un concreto rafforzamento della presenza quotidiana in loco, assicurando altresì un dialogo con gli enti coinvolti durante il comitato della prossima settimana. Noi, a questo punto, ci impegniamo a controllare che quanto promesso venga realizzato a stretto giro e a portare avanti la nostra attività di sollecito al Comune di Genova, affinché sistemi l’illuminazione della zona e interceda concretamente con la Soprintendenza per la realizzazione di cancellate più alte. Impegno che, per altro, era già stato preso dall’assessore alla sicurezza Sergio Gambino in consiglio comunale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme sicurezza in Darsena, i pescatori ricevuti dal prefetto: "Non siamo al sicuro"

GenovaToday è in caricamento