Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Culmv: per la prima volta una donna al vertice dei "camalli" genovesi

Francesca Ceotto, 38 anni e un diploma in Ragioneria, ha conquistato uno dei 4 seggi vacanti nel consiglio di amministrazione della storica compagnia genovese. Ad appoggiare la sua candidatura il console Antonio Benvenuti

Per la prima volta nella storia della Culmv, c’è una donna al vertice dei “camalli” genovesi: lei si chiama Francesca Ceotto, ha 38 anni, è diplomata in Ragioneria ed è riuscita a conquistare uno dei 4 seggi vacanti nel consiglio di amministrazione della storica compagnia genovese.

A proporre la candidatura della Ceotto era stato Antonio Benvenuti, da poche settimane riconfermato console per la terza volta dopo essere succeduto allo storico capo dei portuali, Paride Batini: dopo 15 anni trascorsi all’interno della Compagnia occupando ruoli amministrativi, il salto è arrivato durante l’ultima tornata elettorale, durante la quale la Ceotto ha vinto al ballottaggio ottenendo 362 voti su 588 votanti

Ed è stata proprio la sua esperienza in ambito amministrativo a convincere Benvenuti ad appoggiare la sua scalata al vertice: «Non si tratta di quote rosa ma di competenze professionali. Per noi era importante avere in consiglio una persona con competenze amministrative», ha spiegato il console. Un ruolo che la 38enne genovese, a sua volta figlia di un “camallo”, ricoprirà forte della sua esperienza e degli studi in Economia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Culmv: per la prima volta una donna al vertice dei "camalli" genovesi

GenovaToday è in caricamento