menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crollo ponte Morandi, ammesse 480 intercettazioni

Entro l'estate molto probabilmente le richieste di rinvio a giudizio, poi l'inizio del processo vero e proprio, che dovrà accertare le responsabilità del crollo

Con un'ordinanza, il gip Angela Nutini ha ammesso quasi tutte le 480 intercettazioni depositate dalla procura al termine dell'udienza stralcio sulle intercettazioni dell'inchiesta sul crollo del ponte Morandi, collassato il 14 agosto 2018, provocando la morte di 43 persone.

Una delle intercettazioni non ammesse è quella tra l'avvocato Sergio Erede e il responsabile dell'ufficio legale di Aspi Amedeo Gagliardi in cui si parlava di un eventuale patteggiamento per la società. Per l'accusa era un'ammissione di colpevolezza.

Il giudice ha fissato al 7 ottobre il termine per la trascrizione completa delle conversazioni. Nel giro di una settimana la procura di Genova chiuderà le indagini nei confronti dei 68 indagati e delle due società. Entro l'estate molto probabilmente le richieste di rinvio a giudizio, poi l'inizio del processo vero e proprio, che dovrà accertare le responsabilità del crollo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Paura sul treno, pantografo si stacca e distrugge il finestrino

  • Cronaca

    Costruisce un fucile e si ferisce a un piede

  • Cronaca

    Begato, allarme rifiuti ingombranti e pericolosi abbandonati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento