Crocefieschi, dipendenti del Santa Caterina sul piede di guerra: «Non ci pagano lo stipendio»

I 20 lavoratori della residenza protetta per anziani lamentano un ritardo di oltre tre mesi nel pagamento delle mensilità e minacciano lo sciopero

Lavoratori dell’Istituto Santa Caterina di Crocefieschi sul piede di guerra per i continui ritardi nel pagamento degli stipendi e la mancanza di rassicurazioni in proposito da parte della cooperativa che gestisce la struttura.

Stando a quanto denunciato dai sindacati, i 20 dipendenti della residenza protetta per anziani, che a oggi si occupano aumentanodi circa una trentina di ospiti, non verrebbero pagati da oltre 3 mesi, nonostante i ripetuti solleciti e le proteste: «E’ una situazione che dura da molto tempo, e che sta mettendo a dura prova la pazienza dei dipendenti che, pur essendo senza stipendio da 3 mesi e nonostante le difficoltà economiche che devono affrontare quotidianamente, continuano con professionalità e dedizione ad erogare il servizio agli anziani ospiti», ha fatto sapere in una nota Davide Caracausa di Fp Cgil Genova.

Per affrontare la questione è stato dunque organizzato un incontro in Prefettura per le 11 di domani, cui prenderanno parte i rappresentanti della cooperativa “L’Agorà Piemonte”, che gestisce la struttura. Nel caso in cui la riunione non dovesse portare a soluzioni concrete, i lavoratori hanno fatto sapere di essere pronti a scendere in campo con uno sciopero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

  • Alimenti scaduti nel frigo del supermercato, multa da diecimila euro

Torna su
GenovaToday è in caricamento